Sant’Arpino

Ad: “Capone predica bene e razzola male”

 SANT’ARPINO. Cittadini, il sig. Capone, sono pochi mesi che è entrato nell’agone politico ma già vanta un curriculum degno del politicante più navigato.

Fra ammiccamenti politici a destra ed a sinistra, e sodalizi con vuoti a perdere mentali, la sua spregiudicatezza, e pari solamente alla sua arroganza e tracotanza.

Dovete sapere che il nostro, da novello “magnate”, non solo predica bene e razzola male, come il caso della speculazione edilizia a Orta di Atella, ma ha anche il coraggio di lanciare accuse in maniera arbitraria e sconsiderata.

Perché non spiega Capone che fine a fatto il finanziamento di 79.250 euro alla Unit Group srl, approvato con decreto dirigenziale n.62 del 24/05/2012 e pubblicato sul Burc numero 33 del 25/06/2012, nell’ambito dell’azione “Campania al lavoro”? Visto che con lui, più che di lavoro si parla di “Campania alla disoccupazione”? Come sono stati impiegati questi soldi pubblici, visto che lui è così bravo a chiedere conto agli altri quasi sempre a sproposito?
Che dire poi di una testata on line, il cui editore è la società di proprietà del prode Capone, dove è stato assunto un giornalista (speriamo per lui retribuito) che deve scrivere quello che gli viene ordinato dal suo padrone (neanche Berlusconi è arrivato a tanto!). Che squallore!

Sulla vicenda dell’Auditorium, il prode Capone poi hai veramente toccato il fondo, accusando fior di professionisti che hanno avuto la sola colpa di aver presentato un progetto che è stato regolarmente finanziato di chissà quali crimini, per un struttura che sarà il fiore all’occhiello del nostro Comune. Gli stessi professionisti, tra l’altro, sono riusciti ad ottenere anche il finanziamento di 800mila euro per la costruzione dell’asilo nido.

Evidentemente non è abituato a pagare chi presta opera per le sue aziende. Ma volendo essere precisi per la gente e non per la sua saccenza ed arroganza, le spettanze dello studio Calabria sono state di 84mila euro in luogo dei 200mila euro che và sbandierando da mesi, mentre l’ing. Angelo Perrotta ha incassato 12.000 euro e l’ing. Carmine Mangiacapra 12.700 euro. Onorari previsti e liquidati nella misura di legge. Ma questo era facilmente verificabile all’ufficio tecnico del comune o domandandolo all’ex assessore Iorio, attualmente suo capogruppo consiliare, evitando di dire e scrivere in continuazione sciocchezze.

Altra balla che viene propinata in dosi industriali, la situazione della società Multiservizi, dove con atteggiamenti camaleontici si cerca di aizzare le maestranze dipingendo a tinte fosche il futuro della società.

Capone, sei un vero campione della doppiezza, stai illudendo dei poveri lavoratori che vivono un momento difficoltà, per sporchi fini politici, ma il tempo è galantuomo e dimostrerà che sei solo un falso a cui il bene dei lavoratori della Multiservizi non importa niente!

Alleanza Democratica per Sant’Arpino

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico