Gricignano

Bilancio, banco alimentare e incentivi a imprese: gli emendamenti di Di Luise

 GRICIGNANO. Una serie di emendamenti quelli proposti dal consigliere di opposizione Gianluca Di Luise al bilancio di previsione 2013. Eccoli a seguire, con la relativa illustrazione da parte del consigliere.

Banco alimentare. Lo scopo è “creare un servizio per la distribuzione di generi di prima necessità per le famiglie indigenti del territorio, tramite l’istituzione di un banco alimentare, in sinergia con le attività di volontariato svolte dalle associazioni presenti sul territorio”.

Incentivi alle imprese per l’assunzione di giovani. Lo scopo è “concedere un contributo alle imprese al fine di generare e assicurare nuova occupazione nei settori che necessitano di personale qualificato. Tra le proposte, la pubblicazione di un bando di gara rivolto alle imprese del territorio per la concessione di contributi a fondo perduto per l’assunzione, a tempo indeterminato o determinato, per un periodo comunque non inferiore a dodici mesi di giovani residenti; concessione di contributi sulla base della graduatoria finale”.

Fondo per le famiglie in difficoltà. Lo scopo è “creare un fondo ad hoc per sostenere economicamente le famiglie in difficoltà a causa della crisi economica. Tale fondo potrebbe essere indirizzato ai nuclei familiari residenti a Gricignano alla data del 1 gennaio 2011, di cui almeno un componente abbia subito nel triennio 2011-2013 una riduzione del reddito da lavoro o la perdita del lavoro per licenziamento, scadenza del contratto, cassa integrazione, riduzione orario di lavoro, ad esclusione di chi ha altre abitazioni di proprietà oltre a quella di residenza, chi possiede un patrimonio immobiliare superiore ad una determinata soglia, chi ha dato le dimissioni da lavoro”.

Bilancio partecipativo. Lo scopo è “promuovere forme di coinvolgimento dei cittadini nella scelta degli ambiti di programmazione e attivare sistemi di confronto e riscontro con la comunità amministrata, attraverso una forma di partecipazione diretta della popolazione, assegnare una quota di bilancio dell’Ente locale, destinata alle opere pubbliche, alla gestione diretta dei cittadini, che vengono così messi in grado di interagire e dialogare con le scelte dell’amministrazione per modificarle a proprio beneficio”.

Assegnazione borse di studio. Lo scopo è “premiare gli alunni delle scuole elementari e medie che si sono distinti durante l’anno scolastico e che vivono in una situazione economica disagiata”.

Progetto integrativo per il servizio di pulizia del cimitero. Lo scopo è “migliorare l’attuale servizio di pulizia delle cappelle comunali situate nel cimitero, attraverso la corresponsione di fondi ad hoc, così da garantire standard qualitativi più elevati, ad oggi non raggiunti a causa di un servizio espletato in maniera gratuita da persone di ‘buona volontà’ che si adoperano, appunto, in maniera volontaria, con la possibilità di incaricare anche ditte specializzate per la manutenzione del verde e per lo spazzamento”.

Pari opportunità, persone disabili e autistiche. Lo scopo è “favorire, come previsto dalla normativa vigente, l’integrazione di servizi alle persone disabili, promuovendo la complementarietà delle attività svolte dal volontariato con gli obiettivi generali perseguiti dalla Pubblica amministrazione. Avviare, dunque, una cultura delle pari opportunità delle persone con disabilità, anche straniere, perseguendo strategie di promozione e valorizzazione delle diversità attraverso misure di contrasto alla discriminazione e all’emarginazione con particolare riferimento alle fragilità di genere e sostegno delle donne che affrontano difficoltà legale alla disabilità: donne disabili, madri e familiari di persone disabili, amiche e volontarie con compiti di vicinanza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico