Esteri

Cina, si accorgono che e’ vivo poco prima di cremarlo: bimbo salvo

 PECHINO. Dichiarato morto ad appena un mese dalla nascita. È stato il suo pianto a salvargli la vita, udito dai dipendenti delle pompe funebri che hanno sentito i lamenti provenire dalla camera ardente.

Non è certo da quanto tempo il bimbo fosse lì, ne quanto tempo mancasse alla sua cremazione. Era nato con una malformazione congenita dell’apparato respiratorio ed era sottoposto a cure specifiche sin dalla nascita. I media locali hanno riferito che i genitori avevano deciso di interrompere le cure, convinti che il piccolo fosse deceduto.

L’ospedale ha emanato un certificato di morte e il bimbo è stato portato in una camera ardente in provincia di Hefei, capitale di Anhui, in Cina orientale. Un terribile errore che ha messo a rischio la vita del piccolo. È stata aperta un’indagine per chiarire lo svolgimento della vicenda. Sospeso un medico dell’pspedale pediatrico dove era in cura il bimbo, e licenziato un infermiere.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Sant'Arpino, "Libera Mente" incontra i cittadini e raccoglie le loro istanze - https://t.co/zfduZefsZ9

Migranti "scaricati" al confine. Salvini: "Vergogna internazionale". La Francia: "Non lo faremo più" - https://t.co/3bVem0mHtU

Pompei, scoperta nuova iscrizione: l'eruzione a ottobre e non ad agosto - https://t.co/em7JOKvebA

Tap, il ministro Lezzi: "Troppo costoso fermarlo". Comitato: "Eletti M5S si dimettano" - https://t.co/cqu0GBJOyv

Condividi con un amico