Caserta

Nova Res Publica, si apre il corso di formazione

 CASERTA. Con la presentazione ufficiale che si è tenuta giovedì sera al Jolly Hotel, è partito ufficialmente il Corso di formazione all’impegno socio-politico Nova Res Publica.

In una sala gremita, c’erano i presidenti delle varie associazioni fautrici dell’iniziativa:Luigi Boscodi Terra del Sud (erano presenti ancheMichele Sarogni, Vincenzo Girfattied altri soci fondatori del movimento),Giuseppe Bellonodi Architempo,Antonio De Pandisdi Alto Casertano,Augusto Petitodi Creso eGaetano Calenzodi Synesis.

Ad aprire il dibattito è stato Bosco, il quale ha affermato: “Con la decadenza del senatoreBerlusconiin molti hanno parlato di inizio della Terza Repubblica. Secondo me non sono questi i presupposti per la rivoluzione del sistema politico italiano. Sicuramente, c’è bisogno di una nuova classe dirigente che nasce proprio da iniziative come queste. Il nostro obiettivo è quello di cercare di dare una nuova visione politica ai cittadini e di dare delle risposte alle tante esigenze del nostro territorio. Abbiamo coinvolto accademici e amanti della politica che daranno vita non a delle lezioni, ma a dei veri e propri dibattiti con la classe”.

Successivamente, la parola è passata a De Pandis che ha dichiarato: “L’importante è risvegliare la coscienza civica, coinvolgendo i cittadini che sono i veri protagonisti della vita pubblica, la quale ha l’esigenza di essere rivitalizzata”. Dopo l’intervento dei rappresentanti delle associazioni protagoniste del corso di formazione, la parola è passata ai docenti del progetto.

“La Terza Repubblica – ha dettoAldo Amirante– bisogna costruirla insieme al sistema istituzionale e alle infrastrutture. Ovviamente, occorre avere la capacità e la volontà di farlo e i cittadini devono essere parte attiva di questo processo”.Gaetano Iannottaha riferito: “Bisogna spazzare via gli interessi di parte e dare spazio ad un cittadino italiano che si informi e crei un canale con la politica. Durante la mia lezione, parleremo del periodo che va dal 1945 al 1950, anni in cui gli stati europei, che fino ad allora si erano scontrati in continuazione, hanno deciso di unirsi e fare del nostro continente un teatro di pace”.

Antonio Mautone, che si occuperà di Diritto del lavoro, ha affermato: “Quella che presentiamo questa sera è una splendida iniziativa; si punta a creare nuovi dirigenti che siano innanzitutto buoni amministratori”. A chiudere l’incontro è stato il parlamentareAntimo Cesaro: “Per me questo corso è l’occasione per incontrare persone ed effettuare uno scambio di opinioni. I partiti non esistono più e sono sempre meno le possibilità di confrontarci con le persone. Abbiamo bisogno di una cittadinanza attiva composta da individui impegnati nella Res publica. I veri protagonisti devono diventare i giovani. Per questo, durante la mia lezione parlerò di talento e i ragazzi del Sud ne hanno tanto su cui bisogna scommettere”. Il primo incontro del corso sarà tenuto dal professoreDi Orioil 6 dicembre al Jolly Hotel.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico