Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Casapulla, Renga nuovo comandante dei vigili urbani

Domenico Renga CASAPULLA. Domenico Renga è il nuovo comandante della Polizia municipale del Comune di Casapulla.

L’attuale vice comandante di Maddaloni, in passato, è stato impegnato a Capodrise (per due anni) e a Piedimonte Matese (per due anni e mesi). Renga, a tre giorni dal suo insediamento, ci parla della prima impressione avuta dal comando di Casapulla e dei suoi obiettivi futuri.

“Ogni città – dichiara l’ufficiale di Polizia municipale – ha i suoi problemi. In questi primi giorni di lavoro a Casapulla, ho potuto constatare che il comando di polizia municipale è composto da personale molto qualificato e attivo che ha a disposizione ottimi mezzi. Ovviamente, qualcosa deve essere migliorato, anche se una prima impressione lascia ben sperare per il futuro. Tra gli obiettivi che puntiamo a raggiungere c’è sicuramente l’intensificazione dei controlli, soprattutto nelle zone critiche come l’Appia. Vogliamo ridurre i disagi per i cittadini che possono essere rappresentati dalle buche lungo le strade, da guasti all’illuminazione o ad un sistema semaforico. A tal proposito, mi sono già attivato per riattivare il semaforo che si trova al confine con San Prisco. Controlli saranno effettuati anche in materia di edilizia, commercio e ambiente. Per svolgere sempre di più un buon lavoro, dobbiamo collaborare con gli altri uffici comunali, al fine di trovare soluzioni a problemi legalmente ed economicamente sostenibili”.

Il comandante Renga, continuando il suo intervento, parla del servizio di telesorveglianza attivo sul territorio: “Le telecamere presenti a Casapulla necessitano di una revisione. Per questo ho dato mandato ad una ditta per avere delle indicazioni precise e valutare quale strade intraprendere per risolvere il problema e utilizzare al meglio le telecamere. Da un punto di vista giuridico, il sistema è perfettamente in regola; occorre solamente riattivare l’attrezzatura nella sua interezza”.

Renga conclude rivolgendosi ai cittadini: “Voglio che la gente di Casapulla mi consideri un punto di riferimento. Per raggiungere questo risultato occorre garantire tranquillità alle persone. E’ importante che la sicurezza non venga intesa come un qualcosa dettato dalle forze di polizia; essa deve essere percepita dai cittadini grazie alla mancanza di degrado, fonte maggiore di insicurezza, e alla vicinanza delle istituzioni. La loro assenza, infatti, genera comportamenti delinquenziali. Solo se tutti questi elementi si combinano le persone si potranno sentire veramente sicuri, indipendentemente dall’attività delle forze dell’ordine”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico