Aversa

Automezzi della Senesi incendiati, Sagliocco: “Episodio preoccupante”

 AVERSA. «Siamo di fronte ad un episodio molto, molto preoccupante». Il sindaco di Aversa Giuseppe Sagliocco non usa mezze parole per commentare il gravissimo attentato intimidatorio avvenuto nello scorso fine settimana.

«Ho avuto modo – continua il primo cittadino – di recarmi di persona nell’isola ecologica di via Cappuccini per constatare quanto avvenuto e credo di poter dire che, purtroppo, non siamo di fronte ad una qualche bravata di ragazzi. Siamo di fronte ad un atto preoccupante che merita tutta l’attenzione possibile anche da parte delle forze dell’ordine». «Stiamo verificando con la società – ha concluso Sagliocco – la possibilità di effettuaremaggiori controlli per la messa in sicurezza dell’impianto, evitando il ripetersi di casi analoghi».

L’episodio di domenica fa ritornare alle mente una stagione calda del servizio di igiene urbana in città, all’alba di quella che è, poi divenuta l’eterna emergenza rifiuti. Nel quinquennio a cavallo tra il 1985 e il 1990, ad Aversa il servizio, così come la stragrande maggioranza dei servizi e delle opere pubbliche, era controllato dalla delinquenza organizzata. In quel frangente i soliti ignoti collocarono un ordigno dinamitardo sotto un camion della ditta dell’epoca. Ordigno che scoppiò provocando solo danni materiali.

Contro la sede di quella stessa ditta furono esplosi anche alcuni colpi di pistola. In quello stesso periodo, i camion comunali con i netturbini dipendenti dell’ente pubblico furono fatti oggetto di continue intimidazioni, giungendo anche a minacciare direttamente gli addetti contro i quali furono esplosi colpi di arma da fuoco.

Un clima surreale di violenza che portò, all’epoca, il prefetto e il questore a disporre un servizio di scorta agli automezzi addetti alla raccolta dei rifiuti, sino a quando a situazione non si normalizzò con la nascita dei consorzi intercomunali per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti che, a loro volta, si sono dimostrati fallimentari senza riuscire a debellare le attenzioni della malavita organizzata, come la storia ha dimostrato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico