Trentola Ducenta

Risarcimenti danni stradali, il Comune contro i “furbetti”

 TRENTOLA DUCENTA. Nell’ambito di un’azione di controllo e contenimento della spesa messa in campo dal sindaco Michele Griffo e da tutta l’amministrazione comunale di Trentola Ducenta è emerso un, seppur moderato, ritorno del fenomeno delle richieste risarcitorie per danni provocati da insidie e trabocchetti che presentano delle “anomalie” o “singolarità”.

Visti i risultati conseguenti all’intensificazione dei controlli che hanno fatto registrare un drastico calo della mole di richieste, l’amministrazione ha intenzione di proseguire con fermezza lungo la strada intraprese e di trasmettere alle autorità competenti i fascicoli relativi a richieste “sospette” come ad esempio quelle, già individuate, relative a casi di danni sulla stessa autovettura o su autovetture diverse guidate dallo stesso conducente.

“Come già più volte dichiarato – continua Griffo – abbiamo inasprito i controlli e sensibilizzato forze dell’Ordine ed Uffici Giudiziari per una maggiore attenzione alla problematica che potrebbe avere effetti devastanti per le casse, già vuote, degli Enti comunali. La nostra azione per individuare eventuali richieste risarcitorie ‘frodatorie’ hanno evidenziato, attraverso attente verifiche e controlli incrociati, casi di danni plurimi, per essere più chiari casi di richieste risarcitorie relative ad uno stesso automezzo e per l’identico danno subito presentato a distanza di tempo ovvero il caso di un cane randagio che ha provocato danni, a distanza di qualche ora o giorno, nello stesso identico luogo e con le stesse modalità a persone assistite dallo stesso studio legale. Rimaniamo fermi nel proposito di trasmettere alle Autorità competenti le richieste risarcitorie che presentano anomalie o che destano sospetti per porre fine ad una piaga che comporta grosse difficoltà economiche per i comuni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico