San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

S.Maria a Vico, Vigliotti entra ufficialmente nel Pd

 S.MARIA A VICO. Il consigliere comunale Mimmo Vigliotti entra a pieno titolo in casa Pd. “Il sottoscritto Domenico Vigliotti dichiara di transitare da consigliereindipendente a consigliere del gruppo consiliare Partito Democratico”.

Lo ha scritto in una nota, datata 14 ottobre, ed indirizzata al presidente del Consiglio della cittadina vicana. La decisione è stata palesata anche durante l’Assise tenutasi proprio in data 14 ottobre. Quella di Vigliotti è stata una decisione molto ponderata, arrivata a seguito di un periodo di indipendenza, successivo alla sua scissione dalla maggioranza pidiellina, e di una fattiva e proficua collaborazione con il consigliere democratico Carmine De Lucia.

Dopo la sua dichiarazione di appartenenza al gruppo democratico e i dovuti ringraziamenti per l’accoglimento amichevole a Carmine De Lucia e agli altri membri in quota Pd del civico consesso vicano, la capogruppo Pina Sgambato e i consiglieri Mena Verlezza e Agostino Morgillo, Vigliotti spiega, in un altro documento, il perché della sua scelta. Alla maggioranza di cui faceva parte, scrive di non dover dare spiegazione dei suoi passi.

“L’unica giustificazione che mi sento di dare, la darò ai cittadini che mi hanno votato e che da me consultati, i più vicini naturalmente, hanno apprezzato la nuova scelta, compiuta in assoluta libertà. Penso che quello che fino ad oggi mi è mancato, partecipazione, coinvolgimento, condivisione delle decisioni e spirito di gruppo, lo riusciròa trovare nella mia nuova e pregiata collocazione. – si legge nella missiva, dove Vigliotti non risparmia, tra le righe, una critica al modus operandi della maggioranza e nemmeno, in chiusura, un appello ai cittadini in vista delle future elezioni – Fare il consigliere comunale ed alzare solo la mano, non sapendo a monte le discussioni, le decisioni e le finalità della decisione da prendere, è molto riduttivo per la persona umana, figuriamoci per un consigliere comunale eletto dal popolo. Atteggiamenti del genere feriscono la dignità dell’uomo. Se le amministrazioni di Santa Maria a Vico si caratterizzano da un nocciolo di 3 o 4 persone che gestiscono, decidono e impongono, il cittadino dovrà farsi un esame di coscienza e rivalutare la propria opinione politica nell’indirizzo del benessere della comunità,scegliendo persone nuove che li rappresentino. E questo sono certo avverrà alle prossime elezioni amministrative”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico