San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Pd, Basilicata: “Tesseramento svolto secondo le regole”

 SAN FELICE A C. Come coordinatore del circolo Pd di San Felice a Cancello il dovere di precisare che il tesseramento locale 2013 è stato effettuato nel preciso rispetto delle regole, …

… dopo aver formato un comitato apposito per il tesseramento e comunicato in anticipo alla federazione provinciale le giornate e gli orari stabiliti allo scopo, cosicché tutto si è svolto sotto gli occhi ed il controllo di garanti inviati da Caserta, come per prassi.

Preciso anche che le informazioni relativamente alla campagna di tesseramento sono state messe anche sulla pagina facebook e date alla stampa locale con un apposito comunicato. Infine sono stati affissi anche dei manifesti, così come consegnati dalla federazione di Caserta. Anche quest’anno abbiamo registrato una discreta, fisiologica, crescita, legata alle attività sul territorio pur se per vari motivi esso non ci ha premiato alla passata competizione amministrativa, dove peraltro ci siamo caparbiamente presentati nonostante fossero saltati accordi con altre forze politiche.

Dopo l’uscita dal Pd di Pasquale De Lucia alcuni anni fa, che decimò il circolo portando con sè verso l’Udc gran parte degli iscritti, gradualmente negli anni siamo passati dai residui 33 tesserati a 49 nel 2011, poi a 97 nel 2012 (inizio del mio incarico) e quindi a 122 nel 2013. Non mi risulta – ed i garanti lo potranno confermare – che sia stato impedito ad alcuno di tesserarsi, nè il nostro comitato di garanzia ha ricevuto richieste di controllo di ‘tesserabilità’.

Di certo non abbiamo mai cercato – nè mai lo faremo ed anzi lo contrasteremmo – pacchetti preconfezionati di tessere o personaggi abituati a manovrare voti ed elettori. Ciò per il dovuto rispetto al Partito Democratico che ci accoglie ed ai nostri simpatizzanti e sostenitori. Riguardo alle passate Primarie devo ancora una volta sottolineare, comegià noto,che abbiamo subìto l’apertura del famigerato terzo seggio, imposto per accordi provincialifuori tempo massimo rispetto ai termini per la costituzione regolaree perciò abbiamo subito protestato.

La sua gestione poi, che ci ha visti completamente esautorati, è stata condotta dall’affidatarioin maniera così goffa e sguaiata da “meritarsi” il ridicolo della stampa locale e nazionale e della trasmissione di Rai3 “Che tempo che fa” in prima serata. Non saremo mai abbastanza soddisfatti di aver preso adeguatamente le distanze in quell’occasione!

Antonio Basilicata, coordinatore del circolo Pd di San Felice a Cancello

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico