San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Congresso Pd, De Lucia punta su ambiente e territorio

 S.MARIA A VICO. A distanza di circa una settimana dall’ufficiale candidatura di Peppe Roseto, quale segretario provinciale del Pd, il suo sostenitore e papabile futuro presidente, Carmine De Lucia, torna a far sentire la propria voce e insiste su due linee essenziali di azione: sviluppo del territorio e recupero ambientale.

“Dopo questi primi giorni di schermaglie su regolamenti, bisticci, burle e in qualche modo ‘simpatiche’ meline, è giunto il momento di iniziare a parlare di fatti e di progettualità – tuona De Lucia che, con Roseto, ha ricevuto anche il sostegno del parlamentare Rughetti -Credo fermamente che il Pd Caserta dovrà sponsorizzare l’urbanistica a volumi zero, mettendo al centro la promozione di ristrutturazioni agevolate e di interventi per efficientamento energetico degli edifici, di contro all’attuale consumo selvaggio di suolo e di paesaggio”.

Immancabile poi il riferimento al disastro ambientale che circonda la Campania e dunque la provincia di Caserta, e che ormai appare sulle pagine di tutti i giornali locali e nazionali.Due le soluzioni che De Lucia propone a tal proposito: “Non possiamo far passare intentato il salvataggio della nostra Terra Felix, per l’80% ancora territorio agricolo. Dobbiamo difendere le aziende agricole per evitare la desertificazione del territorio e spingere da un lato l’ufficializzazione di una mappatura dei terreni inquinati, in modo da superare l’infamia del nostro brand negativo ortofrutticolo (inquinati appena 200 kmq su 15500 kmq); dall’altro lato bisogna invitare le associazioni onlus tematiche a proporsi per creare un fondo di garanzia e partecipare all’affidamento in termini degli appalti di bonifica, sottraendoli alla potenziale gestione affaristico-malavitosa”.

De Lucia, già presidente del comitato Big Bang da Valle a Valle, da tempo ha sposato la causa del cambiamento del partito democratico, sulla scia degli ideali promossi dal sindaco di Firenze, Matteo Renzi. Tra gli obiettivi del congresso del 27, il democratico non manca di ricordare il tentativo di “rigenerare una classe dirigente nuova e più attenta alle opportunità per il nostro territorio, anziché alle ambizioni personali di alcuni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico