Orta di Atella

“Quando i bambini fanno oh…”, al vita la terza edizione

 ORTA DI ATELLA. E ripartito sabato 5 ottobre, nella sala multimediale della casa comunale di via Petrarca, il progetto “Quando i bambini fanno oh…”, giunto ormai alla terza edizione.

Quello che ormai è diventato una realtà ed un appuntamento fisso per i piccoli artisti ortesi. Il progetto, rivolto ai bambini diversamente abili, è stato promosso dall’assessorato alla cultura, retto da Eduardo Indaco, e dall’assessorato alle pari opportunità, di cui è responsabile Eleonora Misso, con la collaborazione preziosa della commissione comunale per le pari opportunità.

“Ringraziamo i promotori del progetto – affermano all’unisono i due giovani assessori della giunta Brancaccio, Indaco e Misso – per averci anche quest’anno coinvolto in una delle iniziative più ricche di emozioni e di crescita personale per ognuno di noi che si avvicina a questi bambini. La nostra amministrazione continuerà ad essere sempre aperta, attenta e sensibile verso progetti volti all’integrazione, non a caso in entrambi i rami i progetti che durante questi mesi saranno presentati con tale fine, saranno numerosi e ci auspichiamo la collaborazione di tutti su particolari tematiche dove non esiste bandiera politica o colore che tenga”.

Ideatrice e promotrice dell’iniziativa, che lo scorso giugno ha visto esibirsi i bambini in una piazza San Salvatore gremita di persone, è Tanya Brancaccio, che spiega: “Il nostro progetto non è più un semplice progetto nella stretta accezione del termine ma è una realtà consolidata sul territorio ortese che si sta anche esaudendo dato che quest’anno avremo anche alcuni bambini di paesi limitrofi ed era un po’ uno dei nostro obiettivi principali,quello che se ne parlasse e si oltrepassassero i confini ortesi”.

Quest’anno l’appuntamento raddoppia in quanto i due musicisti ormai parte integrante della famiglia, Maria Grazia Savoia e Andrea Carboni, saranno affiancati da altri due giovani professionisti, Luigi Sorvillo e Federica Oliva, che si occuperanno del laboratorio teatrale che partirà invece agli inizi di novembre.

“E proprio con Federica e Luigi, ed insieme ad altri amici e genitori dei bambini, – spiega ancora Brancaccio – stiamo mettendo in piedi una associazione finalizzata al solo scopo di rendere sempre più importanti i nostri piccoli e affinché ogni loro diritto sia completamente adempiuto”.

Una delle prime tappe sarà, sempre con il sostegno dell’assessore Misso, un workshop sull’autismo, che presumibilmente si terrà a fine novembre, in collaborazione con le scuole presenti sul territorio e soprattutto con la valida presenza di una delle associazioni più attive del territorio casertano, ma non solo, ovvero la ‘Forza del Silenzio’, di Vincenzo Abbate e della dottoressa Imma Chiatto.

Tornando al laboratorio di musicoterapia, a collaborare al progetto, come lo scorso anno, ci saranno la dottoressa Emilia Vitelli e Nunzia Sorvillo, alle quali va anticipatamente il sentito ringraziamento del Comune per la sensibilità e disponibilità che anche quest’anno non faranno venire meno.

“Gli obiettivi che ci siamo posti – conclude Tanya Brancaccio – sono tanti e molto ambiziosi, in quanto di questa realtà se ne deve ancora parlare non più come qualcosa di diverso bensì di speciale e che merita tutta la massima attenzione”. La Brancaccio rivolge, infine, un appello a tutti i giovani: “Chiunque voglia venire a darci una mano è il benvenuto, in quanto se ognuno di noi dedicasse una sola ora alla settimana a chi ne ha bisogno, renderebbe la loro vita, ma soprattutto la nostra, ‘diversa’”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico