Orta di Atella

Pallamano, l’Atellana batte il Pescara

 ORTA DI ATELLA. Era una partita da vincere. In casa Atellana non c’era altro risultato e questo è stato ottenuto.

Bisognava dare una scossa all’ambiente orfano di Sall, il miglior marcatore dell’Usca. Come la volta scorsa le reti si sono distribuite meglio anche se spiccano due vecchie conoscenze come Mozzillo e Lettera che diventano terminali realizzativi importanti.

La partita comunque non è stata priva di suspense, infatti, i padroni di casa cercano di complicarsi la vita alla fine della prima parte di gioco lasciando sul campo molte azioni e difendendo con minor intensità. Il Pescara infatti si lascia prendere dall’entusiasmo di aver recuperato qualche rete e si porta anche a -1 verso la fine della prima parte. Intensa lavata di testa del mister Toscano ai campani che risvegliati dalle parole ‘dolci’ si mettono a giocare come sanno. Velocità e difesa proiettiva le armi che spengono tutti gli entusiasmo degli abruzzesi che non riescono più a segnare.

Ci vogliono dieci minuti per i padroni di casa a mettere le cose in chiaro ed a portarsi sul +6 che vedrà poi incrementarsi fino al +12 finale con cui si concluderà la partita anche con la rotazione di tutta la panchina. Da segnalare un ritorno a terzino di Comune che, dopo un avvio un po’ farraginoso, rimette in campo tutto il suo fisico e fa partire in modo sistematico lo scalare per le realizzazioni della parte opposta. Una partita divertente alla fine che ha visto un numerosissimo pubblico sugli spalti del “Pala Lettieri” in un orario inedito per la squadra di casa. “Qualche arrabbiatura ci vuole ogni tanto in squadra – dichiara alla fine Gigi Toscano – l’importante è vedere sul fondo di queste la passione e la voglia di lottare per questa maglia”.

“Parole sante! La passione verso lo sport e la sensazione di appartenenza non sono cose statiche che rimangono li ferme. Anzi, si avvolgono dentro e si infiammano continuamente. Meno male oseremmo dire. Degna conclusione di una settimana che ci ha visto protagonisti anche nel sociale, come sempre, per l’ospitalità offerta alla presentazione in anteprima nazionale, al libro di Pino Aprile ‘Il Sud puzza’ che ha visto la partecipazione di quasi 1500 persone nel nostro palazzetto con associazioni che venivano da molte regioni di tutto il Sud portando la loro testimonianza. Coordinando, insieme al Comitato Terre dei Fuochi con Enzo Tosti, padre Maurizio Patricello di Caivano l’evento e mettendo in evidenza la nostra spiccata propensione verso il sociale. Sono sempre più orgogliosa di essere la presidente di un gruppo straordinario”, commenta la presidente Capasso.

Per info sulla classifica www.figh.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico