Orta di Atella

La “Teglia” rivive con folklore e gastronomia

 ORTA DI ATELLA. Un fine settimana all’insegna della riscoperta degli antichi fasti della amata “Teglia” (la più antica e famosa piazza di Orta di Atella) con la concreta possibilità di assaporare tradizioni culinarie tipiche e godersi spettacoli ed animazione.

Ciò ad opera della neonata associazione “Nuova paranza gioventù ortese”. Così, venerdì 25 ottobre, la “Teglia”, a dire piazza Pertini, già Principessa Belmonte, che, se avesse voce, di storie di vita da raccontare ne avrebbe eccome, ritornerà ad essere l’ombelico di Orta di Atella. Oggi, in verità, la “Teglia” sembra una realtà ormai scomparsa, lontanissima da ciò che fu e che rappresentò per tutti noi.

E l’apprezzato sforzo di questi ragazzi, forse non più giovanissimi ma sempre ancorati a quel simbolo che ogni buon ortese sente come proprio, si muove nell’indubbio percorso di riproporla come luogo emblema della movida della città provando a contaminare la frenetica cultura moderna con sprazzi del passato anche gastronomici e culinari.

La kermesse segnerà pure l’unione tra la consolidata paranza di Frattaminore, che offrirà un omaggio ai “dirimpettai” ortesi. In un contesto simile non poteva mancare il patrocinio del Comune di Orta attraverso l’assessore alla Cultura, Eduardo Indaco, e l’impegno del titolare dei lavori pubblici, Eleonora Misso.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico