Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Marcia per la Vita il 13 ottobre, Sel aderisce

BurrelliMONDRAGONE. “Condividiamo in pieno lo spirito e le motivazioni della Marcia contro i rifiuti tossici che un gruppo di cittadini indignati ha organizzato per domenica 13 ottobre, dalle 9. Come cittadini, prima ancora che militanti politici, ci saremo senza se e senza ma”.

Lo afferma Giancarlo Burrelli,
presidente del circolo “Litorale Domizio” di Sinistra Ecologia Libertà. “Tutta la
vicenda dei rifiuti, e dei tossici in particolare, – continua Burrelli – ha
risvegliato uno spirito di cittadinanza non usuale per Mondragone. Con esso una
voglia trasversale di riappropriarsi del nostro futuro e contrastare le camorre,
le corruzioni che minano la salute nostra e delle future generazioni. La
partecipazione civica è essenziale nella Storia di un popolo e giammai deve
essere usata da chicchessia. C’è tanta attenzione mediatica su queste terre ed
il suo dramma. Tv, giornali, Chiesa, Politici, Europa oggi anche volti noti che
ci adottano. Bene ma nel marasma ci possono essere pericoli. Pentiti che
parlano, disinteressatamente? Enti locali, Politici grandi e piccoli che
sostengono la battaglia. Oggi? Tutti a denunciare il disastro ed a chiedere
soluzioni. Da chi? Nessuno è innocente. Il cittadino che getta i rifiuti al
Triglione, gli Imprenditori che hanno risparmiato, i camorristi che hanno
lucrato e avvelenato, la politica che era (è) collusa, le Autorità che non hanno
sorvegliato. Ed allora non siamo tutti uguali anche se, spesso, marciamo
insieme. Il problema è scoppiato, il veleno c’è ma esiste chi lo deve trovare.
La bonifica è necessaria ma esiste chi deve farla e chi deve pagare i denari. I
tumori sono aumentati ma c’è chi deve certificarlo e chi deve permettere la
cura. Non siamo tutti innocenti, non siamo tutti uguali. C’è chi deve fare. Non
facciamo prenderci dal ‘vogliamoci bene’”.

“L’urlo di dolore – conclude il
vendoliano – non può coprire chi deve trasformarlo in azione e deve agire. Marciamo
insieme ma la rabbia non fa dimenticare le responsabilità, i corrotti, i
colpevoli e chi deve, oggi, deve analizzare il territorio e bonificarlo, in
trasparenza e legalità”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico