Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Recale, FdI al centrosinistra: “Noi unici a proporre iniziative concrete”

 RECALE. “Profondo senso di sorpresa” ha destato nella sezione recalese di Fratelli d’Italia, sezione “Dalla Chiesa”, la diffusione del comunicato dei circoli di centrosinistra recalesi su iniziative comuni in merito alla Terra dei Fuochi.

“Fratelli d’Italia, – dicono dal movimento di Giorgia Meloni – a differenza di chi a sinistra utilizza solo belle parole, si è fatto promotore di iniziative concrete per mobilitare i cittadini della provincia di Caserta sull’interramento di rifiuti tossici ed il conseguente avvelenamento dei nostri terreni.Siamo stati l’unico soggetto partitico a proporre iniziative concrete: il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia al Consiglio Regionale della Campania ha promosso un incontro con il Presidente del Consiglio dei Ministri Letta ed i Presidenti di Camera e Senato Boldrini e Grasso, al fine di impegnare il governo centrale all’adozione di un piano straordinario di bonifica per Terra dei Fuochi”.

Come sottolineato dagli onorevoli Marcello Taglialatela, Luciano Passariello e Ferdinando Zaza: “E’ inutile lamentarsi, perché servono soluzioni reali, come la proposta di ricorrere ai fondi strutturali europei”. Sul piano territoriale, FdI ha proposto la deliberazione, da parte dei Comuni più attivi, di strumenti di analisi territoriale e di tutela delle aree della provincia di Caserta non colpite dall’inquinamento tossico. L’obiettivo è quindi il raggiungimento di risultati concreti e rimedi certi, senza strumentalizzazione politica e partitica del problema, al fine di ottenerne un ritorno in termini di voti.A dimostrazione di quanto detto, la partecipazione alle maggiori manifestazioni territoriali è avvenuta senza esporre il proprio simbolo partitico.

Alle “marce per la vita” svoltesi già a Casal di Principe, a Caivano e a Mondagrone, quest’ultima promossa da Mina Iazzetta, FdI ha ammainato le sue bandiere. In linea con quanto ribadito dal portavoce provinciale Gimmi Cangiano: “Noi vogliamo essere attivi prima come cittadini e poi come membri di una fazione politica, soprattutto su questo tema, che interessa tutta la Campania”.

“Mi sorprende moltissimo – afferma la portavoce di Fratelli d’Italia Recale, Maria Rita Magnotta che gli amici di Pd, Sel e Psi, abbiamo ritenuto opportuno ricondurre tutta la nostra collaborazione ad un’iniziativa partitica di centro sinistra, escludendo proprio Fratelli d’Italia. Sabato scorso ho personalmente presentato l’iniziativa al sindaco Patrizia Vestini che sembrava entusiasta della collaborazione cittadina di tutti, in vista di un impegno civile cosi’ nobile. La nostra sezione si sta confrontando con diversi interlocutori per una manifestazione di alto contenuto civile e solidale, senza etichette politiche, proprio per ottenere la partecipazione di associazioni, gruppi parrocchiali, istituzioni e società civile perché questo dramma non ha bisogno di padri nobili politici. Ricordando al segretario del Pd che i reati ambientali già esistono da diverso tempo pur non essendo adeguatamente applicati, chiedo al Pd e al Sel, in particolare, che cosa intendono per ‘mobilitazione’ visto che invitano la cittadinanza ad agire, ma non propongono nulla di concreto. Si fornisce così, a chi li legge oggi, l’idea di aver voluto trasformare un problema serio in un ulteriore manifesto elettorale. La nostra proposta di realizzare un evento per sensibilizzare i recalesi alla lotta all’inquinamento tossico, con un momento di confronto sui danni ambientali e sui dati dell’incidenza tumorale, associati ad una richiesta all’Arpac di analisi del terreno e dei pozzi artesiani, senza però usare e sfruttare i simboli di partito, è sembrata troppo fuori luogo?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico