Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Interporto, licenziamenti “Esseti”: Consoli chiede audizione

 MARCIANISE. “Dobbiamo salvaguardare i posti di lavoro dell’Interporto e difendere una delle più grandi realtà della provincia di Caserta”.

Prima il caso della “Nuroll spa” di Pignataro Maggiore, adesso quello della “grande area attrezzata” Maddaloni-Marcianise, dove si paventa l’ennesima crisioccupazionale. Angelo Consoli, vice presidente della Commissione AttivitàProduttive del Consiglio Regionale della Campania, ha sollecitato laconvocazione di una nuova audizione, con tutte le parti interessate, perdiscutere e, se possibile, studiare soluzioni concrete in relazione aipreannunciati licenziamenti che dovrebbero riguardare la società “Essetti”. Nonc’è pace, dunque, per il comparto produttivo della provincia di Caserta che staattraversando un momento particolarmente delicato, in piena sintonia, èevidente, con lo stato di crisi generale che attanaglia il sistema Italia.

“Hochiesto al collega Giovanni Baldi, presidente della Terza CommissioneConsiliare Permanente, – sottolinea l’onorevole Angelo Consoli – di chiamare incausa i vertici della “Essetti”, unitamente a quelli della società InterportoSud Europa, oltre che, naturalmente, le organizzazioni sindacali, per il gravepericolo rappresentato dall’annunciato licenziamento di tutti i dipendenti”.

Sarà questa l’occasione, appare chiaro, per discutere, oltre che del casospecifico, più in generale della grave crisi occupazionale che sta interessandodiverse aziende operanti all’interno dello scalo interportuale di Maddaloni-Marcianise; scalo, quest’ultimo, che deve continuare a rappresentare, alcontrario, un volano per l’economia di quella che, un tempo, veniva definita laBrianza del Sud.

“L’obiettivo – aggiunge il vice presidente della CommissioneAttività Produttive del Consiglio Regionale della Campania – è quello disalvaguardare gli attuali livelli occupazionali e garantire un futuro salarialepiù sereno ai lavoratori che, quasi quotidianamente, apprendono dalla stampanotizie tutt’altro che rassicuranti. E’ nostro dovere, in quanto consiglieriregionali democraticamente eletti, vigilare e far sentire la nostra vicinanzaai lavoratori stessi e sono certo – conclude l’onorevole Angelo Consoli – chein sede di audizione sarà possibile raggiungere una soluzione più cheragionevole”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico