Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Capodrise, successo della Festa dell’Agricoltura

 CAPODRISE. Si è parlato di sviluppo sostenibile, di agricoltura biologica, bonifiche agricoltura food e no food, lotta alla criminalità e alla camorra, sviluppo economico della filiera agricola e alimentare, supporto alla filiera locale e programmazione europea del Psr programmazione 2014-2020.

Questi sono stati i contenuti della due giorni della Festa regionale di Fare Ambiente tenutasi a Capodrise il 4 e 5 ottobre; contenuti che saranno meglio precisati, in primis, in una nota-richiesta indirizzata al presidente Caldoro ed all’Assessore regionale all’Agricoltura Daniela Nugnes, ai quali si chiede di intervenire tempestivamente per preservare efficacemente un patrimonio di inestimabile valore sociale, culturale ed economico come la nostra agricoltura ed i suoi prodotti autoctoni d’eccellenza, ed in tal senso abbiamo già delle proposte che possono essere già operative.

Tali proposte ed altre, emerse anche dagli incontri-dibattiti tenutisi durante questa festa saranno esplicitate nel documento programmatico di Fare Ambiente per il 2013/14. La festa ha avuto inizio venerdì 4, presso il Novotel, ed è proseguita sabato 5 ottobre, presso il Palazzo delle Arti del Comune di Capodrise. Tantissime le persone che si sono alternate ed hanno preso parte alla due giorni.

Difatti, il giorno 4 si è tenuto una tavola rotonda dal titolo “Biodiversità e Agricoltura biologica: modelli di sviluppo sostenibile” e la presentazione del libro di Vincenzo Pepe “Non nel mio giardino”.

Al dibattito sono intervenuti: Sossio Colella, in qualità di vicesindaco di Capodrise e dirigente regionale di FareAmbiente; prof. Giovanni Perillo tecnico e docente presso l’Università Parthenope; Francesco Della Corte, Coordinatore Regionale di F.A e dottore di Ricerca in Diritto Ambientale presso la S.U.N; Francesco Marconi, Funzionario regionale settore agricoltura biologica; Lorenzo Calò, giornalista professionista de il Mattino; Vincenzo Pepe, Presidente nazionale di FareAmmbiente ed autore del libro; Daniela Nugnes, Assessore Regionale all’Agricoltura.

Tra le Istituzioni presenti che hanno portato il loro saluto: Angelo Crescente, Sindaco di Capodrise; Pio Del Gaudio, Sindaco di Caserta; Stefano Giaquinto, Assessore Prov.le Agricoltura; Gennaro Borrozzino, Assessore di San Tammaro; Lello Porfidia, Assessore di Recale; Luca Cerretani, Assessore di Torchiara; Eustachio Voza, Assessore di Capaccio; Antonio Piccirillo, Consigliere di Portico di Caserta; Gigi Bove, Consigliere di Maddaloni; il Consigliere di Capua l’avvocato Fernando Brogna, Carmine D’Alessandro, Presidente del GAL Rigeneratio.

 Il giorno 5, nonostante condizioni climatiche impervie, ha preso il via con la presentazione della Mostra sulla Dieta Mediterranea promossa dal Gal Cilento Rigeneratio. La prima sessione ha avuto ad oggetto le presentazione sia del rapporto sulle frodi agroalimentari, targato FareAmbiente in sinergia con le Forze dell’ordine e sia di molti prodotti autoctoni, esposti in vari stand all’interno del Palazzo delle Arti.

Tra gli ospiti presenti: il Commissario capo f.f. Corpo Forestale di Stato di Caserta Scudieri; il Viceammiraglio della Guardi Costiera della Campania e Direttore del Nucleo di Polizia Ambientale Regionale Capitano di Vascello Rosario Meo; Luigi Colella Dirigente Regionale di FareAmbiente Campania, Francesco della Corte socio fondatore e Coordinatore Regionale di FareAmbeinte che ha anticipato le linee guida che il Movimento ecologiste europeo vuole perseguire il prossimo anno, a partire dalla pressante diffusione dell’educazione ambientale nelle scuole primarie; l’ing. Raffaele Puoti, Presidente Prov.le di Confagricoltura; l’on. Paolo Russo, Presidente onorario nazionale FareAmbiente, che per anni ha presieduto la Commissione Agricoltura alla Camera dei Deputati. Presente anche il Presidente della provincia di Caserta, on. Domenico Zinzi.

La seconda sessione ha avuto ad oggetto la presentazione del libro di Gianni Solino “La Buona Terra”. Sono intervenuti: il Generale dei Carabinieri Fausto Ignazio Milillo, esperto criminalità organizzata e Presidente Fondazione Legalità e Sviluppo, ed ha concluso la due giorni il Presidente nazionale di FareAmbiente il Prof. Vincenzo Pepe, che assieme all’avvocato della Corte ed al coordinatore provinciale di Terra di Lavoro, il dott. Gennaro Caserta ha preannunciato una serie di eventi ed iniziative sociali e culturali inerenti le svariate tematiche ambientali che si terranno nei prossimi mesi proprio nella nostra provincia, a partire dal prossimo novembre con la Festa provinciale di FareAmbiente Caserta.

Hanno partecipato attivamente all’organizzazione i dirigenti regionali ed i vari coordinatori provinciali di FareAmbiente Campania. Tra essi: Mauro Pusceddu, Leonardo Piccolo, Pasquale Franco, Candida Cannoletta, l’addetta Stampa Teresa Lucianelli, Pasquale Colella, Biagio Barbato, Eustachio Voza, Domenico Napoletano, Giuseppe Pezzulo, Angela Ferrara, Giuseppe Colopi, Vincenzino Sbrescia, Angela Cuccaro, Pasquale Grasso; Annibale Pascale e Vincenzo Lucente, da anni impegnati in prima linea con grande impegno per la tutela dell’ambiente e del proprio territorio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico