Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Capodrise, al “De Gasperi” si lavora per lo spettacolo teatrale di fine anno

 CAPODRISE. Fervono, al Centro studi “De Gasperi”, i preparativi dello spettacolo di fine anno dei ragazzi del corso di teatro.

Il saggio, che si terrà a fine mese, chiuderà il quarto anno di laboratorio, nato dalla collaborazione tra la compagnia “Personae” di Marcianise e il “De Gasperi” di Capodrise e animato, sin dalle prime battute, dal regista, attore e drammaturgo Isaia Fuschetti. La quinta edizione del corso di teatro riprenderà, come il consueto appuntamento settimanale del martedì, dopo lo spettacolo. Il laboratorio di avvio alla recitazione terminerà a ottobre 2014.

Gli incontri si svolgeranno nella sala conferenze di via Matteotti, 25, e, alla fine del corso, ogni allievo riceverà un diploma approvato dalla Fita, la Federazione italiana teatro amatoriale. I ragazzi e Fuschetti si sono visti anche martedì sera, ma ad attendere il regista, oltre alla responsabile del progetto, Carmela Tellone, c’erano anche il presidente del centro studi Salvatore Liquori, la portavoce del sodalizio Tina Raucci, gli attori della compagnia “Personae” e tanti genitori. L’8 ottobre è, infatti, una data importante per Fuschetti, che proprio martedì ha compiuto 79 anni.

Una sorpresa per il regista, con tanto di torta di compleanno, che è apparso visibilmente emozionato e commosso. «Isaia meritava di essere festeggiato – ha dichiarato Raucci – per quello che in questi anni ha rappresentato per i ragazzi di Capodrise e per la sua sensibilità da uomo di altri tempi. Il corso è nato con l’obiettivo di porre le basi per la creazione di veri e propri momenti di incontro, in cui coinvolgere i ragazzi attraverso l’educazione al mondo del teatro. Fuschetti ci ha insegnato che la recitazione è prima di tutto una palestra di vita, utile per la socializzazione, la condivisione e la collaborazione. Egli cerca di infondere agli allievi, e ci riesce con l’entusiasmo di un bambino, una maggiore consapevolezza di sé e della propria potenziale espressività per migliorare – conclude Raucci – la capacità di integrarsi e di relazionarsi con gli altri».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico