Maddaloni - Valle di Maddaloni

Terra dei Fuochi, etichettatura obbligatoria di prodotti ortofrutticoli

 MADDALONI. Etichettatura obbligatoria di prodotti ortofrutticoli freschi per rivenditori a posto fisso ed ambulanti.

Questa mattina il primo cittadino Rosa de Lucia e l’assessore allo Sviluppo Economico e Crescita sostenibile Michele Cerreto hanno firmato un provvedimento che obbliga tutti i commissionari che vendono all’ingrosso, gli esercenti di negozi al dettaglio e gli ambulanti di prodotti ortofrutticoli confezionati e sfusi, l’etichettatura degli stessi in modo chiaro e leggibile, indicando la provenienza, la varietà e la classificazione dei prodotti.

“Fino ad ora – dichiara l’assessore Cerreto – l’etichettatura era obbligatoria solo per gli agricoltori che effettuavano la vendita dei loro prodotti direttamente al consumatore. Alla luce degli ultimi avvenimenti si è reso però necessario estendere l’obbligo anche all’intera filiera commerciale per salvaguardare e soprattutto rassicurare i consumatori”. Pesanti saranno le sanzioni inflitte a coloro i quali non rispetteranno le prescrizioni; i controlli saranno effettuati dalla Polizia Municipale a dal Corpo delle Guardie Ambientali.

“Questo segnale – dichiara il primo cittadino de Lucia – rappresenta un importante passo avanti per la salvaguardia della salute pubblica anche in virtù della nostra adesione al Patto per la Terra dei Fuochi, che ci obbliga ad assumere atteggiamenti virtuosi rispetto alle problematiche ambientali. L’assessore D’Alessandro con il contributo dei tecnici comunali e della cabina di regia sta approntando il primo progetto in risposta al bando che prevede uno stanziamento di 250mila euro per azioni di implementazione della video sorveglianza e di riqualificazione urbanistica di zone soggette allo sversamento illecito di rifiuti. “Sono queste – conclude il sindaco – le prime azioni concrete di bonifica del territorio, rese possibili solo grazie al tempestivo intervento che abbiamo posto in essere con la Prefettura di Napoli quando, appena insediati, abbiamo chiesto ed ottenuto la riapertura dei termini per l’inserimento nel Patto per la Terra dei Fuochi, al quale abbiamo poi effettivamente aderito con la delibera numero 1 di giunta municipale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico