Italia

Palma (Pdl) contro Bruti Liberati: “Allusioni a Berlusconi”

 ROMA. “Sarkozy quanto ad atteggiamenti anti istituzionali ne ha da fare di strada. Noi siamo andati molto ma molto avanti, possiamo dare qualche lezione”.

E’ polemica per la frase del procuratore capo di Milano, Bruti Liberati, al congresso dell’Anm che, commentando le parole pronunciate poco prima dal giurista francese Antoine Garapon sugli atteggiamenti anti istituzionali dell’ex presidente francese NicolasSarkozy, è sembrato fare un chiaro riferimento al caso giudiziario di Silvio Berlusconi.

“E’ accaduta una cosa gravissima. Il procuratore di Milano, titolare dell’ufficio presso il quale pende un procedimento a carico di Berlusconi, ha fatto un chiaro riferimento” al leader del Pdl, ha commentato il presidente della commissione Giustizia del Senato, Francesco Nitto Palma, che ha reagito indignato alla battuta e ha annunciato che porrà “un caso politico: ne parlerò con Berlusconi e Alfano“.

“Ma è così difficile – si è chiesto qualche ora dopo sempre Nitto Palma in una nota – comprendere che se si vuole rasserenare il clima, dichiarazioni come quelle di Bruti Liberati non giovano e che il punto non è la certezza della terzietà da parte dell’Associazione Nazionale Magistrati, ma l’affidabilità sulla terzietà da parte di chi è coinvolto in indagini?”.

“Il procuratore Bruti Liberati poteva tranquillamente risparmiarsi un’allusione inutile quanto provocatoria. Non è con questi atteggiamenti che si stemperano le tensioni tra politica e magistratura”, dice il presidente dei senatori del Pdl, Renato Schifani.

La polemica è arrivata il giorno dopo le dichiarazioni del segretario dell’Anm, Maurizio Carbone, che, parlando dell’incandidabilità in Parlamento dei condannati, aveva criticato la politica, definendola debole.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico