Italia

Concordia, ritrovati i resti di un disperso

 GROSSETO. Il
cadavere di uno dei due dispersi dellaCosta Concordiaè stato
trovato dai sommozzatori da giorni impegnati nelle ricerche dopo l’operazione
di “parbuckling” dello scafo.

Il corpo è stato all’interno del
relitto, all’altezza del ponte 3 della nave. I resti sarebbero in avanzato
stato di decomposizione. Secondo quanto appreso, potrebbe trattarsi di Russel Rebello, componente dell’equipaggio
ancora disperso insieme ad una passeggera siciliana.

La nave da crociera
naufragò a pochi metri dalle coste del Giglio il 13 gennaio 2012. Nel disastro
persero la vita 32 persone. Aquesto punto rimane quindi da
ritrovare soltanto il corpo della siciliana Maria Grazia Trecarichi, l’ultima delle 32 vittime del naufragio.
Intanto, al processo che vede imputato l’ex comandante della Concordia, Francesco Schettino, continuano le
testimonianze.

“Andiamo sotto al Giglio.
Amm’a fà l’inchino. Jamme sotto sto ca.. i Giglio”. Sono le parole registrate a
bordo della Concordia, il 13 gennaio 2013 con cui il comandante, Francesco
Schettino, chiese all’ufficiale cartografo di cambiare la rotta della nave.

L’audio è stato fatto sentire in aula, a Grosseto, nel corso della
testimonianza di Simone Canessa,
l’ufficiale in seconda di coperta responsabile dei piani di viaggio e delle
rotte.Canessa ha confermato che l’ordine sia stato dato dal comandante in
persona: “Mi disse di tracciare la rotta. Fissammo il passaggio a mezzo miglio
dal pericolo più vicino al Giglio perchè in quel punto avremmo avuto un fondale
di circa 100 metri”.

Nel corso dell’udienza sono state poi prese in esame anche
le telefonate che lo stesso Schettino fece a Roberto Ferrarini, referente a terra di Costa Crociere, subito dopo
l’impatto. “Ho preso un fondale basso, sono distrutto” dice durante la telefonata,
iniziata alle 21.56.

“Roberto, sono passato sotto il Giglio. Il comandante
Palombo (ex dipendete della Costa, ndr) mi ha detto ‘passa sotto, passa
sotto!’. Sono passato sotto e con la poppa ho preso un basso fondale. Sono
distrutto. Adesso abbiamo un black-out. Sto facendo fare i controlli”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico