Italia

Berlusconi ci ripensa e vota sì alla fiducia

 ROMA. Alla fine Silvio Berlusconi ha sorpreso tutti e
ha votato la fiducia al Governo Letta. I sì sono stati 235, 70 i no e 14 gli
assenti.

Non hanno risposto alla “chiama” Sandro
Bondi
, Augusto Minzolini, Rocco Crimi, Manuela Repetti, Alessandra
Mussolini
e Francesco Nitto Palma.

Letta è poi andato alla Camera per chiedere la fiducia anche a Montecitorio,
dove il voto – questa volta scontato visto che il Pd da solo ha la maggioranza
assoluta – è previsto in serata.

“Abbiamo ascoltato con attenzione le
dichiarazioni di Letta. Abbiamo ascoltato i suoi impegni. Mettendo insieme
tutte queste aspettative, il fatto che l’Italia ha bisogno di un governo e di
riforme, abbiamo deciso, non senza un interno travaglio, di esprimere un voto
di fiducia a questo governo”, ha detto Berlusconi durante il suo intervento al
Senato.

Subito è scattato l’applauso dei senatori del centrodestra e quello,
più contenuto, di Angelino Alfano
seduto al fianco di Letta.

Il premier sorride, anche se poco dopo, continuando
a sorridere, scuote la testa. Alla sua destra un altro dei ministri del Pdl, Gaetano Quagliariello, rimane a braccia
conserte nell’ascoltare le parole di Berlusconi. Dopo il suo intervento in
Aula, Berlusconi si è seduto, raccogliendo le congratulazioni di molti colleghi
di gruppo.

Il suo annuncio ha destato uno stupore veramente visibile in tutti i
senatori, che sono apparsi letteralmente colti di sorpresa. “Nessuna marcia
indietro”, ha detto il Cavaliere uscendo dall’Aula.

“Oggi c’è stato il
risultato come lo intendo io – ha detto Enrico
Letta
-che ci sarebbe stato comunque, per essere chiari fino in
fondo, ed è un risultato rispetto al quale ho intenzione di lavorare mantenendo
il punto fermo del fatto che non esiste un collegamento tra l’attività di
governo e la giustizia”, ha aggiunto tra gli applausi alla Camera.

“Oggi è un
giorno storico: abbiamo condizioni in più di chiarezza che ci consentono di
guardare lontano”, ha concluso Letta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico