Home

Bosnia per la prima volta ai Mondiali, festa a Sarajevo

 La prima volta della Bosnia, la conferma di Spagna, Russia e Inghilterra, il sogno Islanda.

L’ultimo turno delle qualificazioni mondiali della zona europea non regala sorprese last minute, con Spagna, Russia, Inghilterra e Bosnia – favorite alla vigilia – che vanno dirette al Mondiale, mentre per Francia, Portogallo, Grecia, Islanda, Croazia, Ucraina e Romania (oltre alla Svezia, già certa del secondo posto) serviranno i playoff per sapere se staccheranno o meno il biglietto per Brasile2014. La Danimarca, seconda nel gruppo dell’Italia, resta fuori come peggiore seconda.

​La Bosnia-Erzegovina ha vinto il Gruppo G delle qualificazioni dopo il successo di ieri sera per 1-0 fuori casa contro la Lituania. Ha conseguito una migliore differenza reti rispetto alla Grecia, che andrà ai ballottaggi di novembre.

Migliaia di persone hanno festeggiato nelle strade di Sarajevo e delle altre principali città del Paese balcanico la prima storica qualificazione della Bosnia-Erzegovina ai Mondiali. Come riferiscono i media locali, caroselli di auto a clacson spiegati e con bandiere bosniache hanno intasato il centro di Sarajevo, con i tifosi che hanno cantato, ballato e scandito i nomi dei calciatori protagonisti dell’impresa della Nazionale. La gioia è esplosa anche per le strade di Mostar, Tuzla, Zenica e altre località.

Ecco il quadro europeo girone per girone dopo l’ultimo turno

Girone A: La Croazia perde 2-0 in Scozia, ma è comunque qualificata per i playoff dietro al Belgio
(1-1 col Galles).

Girone B: nel girone dell’Italia finisce seconda la Danimarca, ma la larga vittoria (6-0) contro Malta non serve a nulla. Nella classifica avulsa tra le seconde classificate (definita scartando i punti ottenuti con l’ultima del girone), i danesi finisco al 9/o e ultimo posto. Non va meglio alla Bulgaria battuta in casa dalla Repubblica Ceca, un’altra ‘big’ esclusa dal Mondiale.

Girone C: era già tutto scritto, Germania qualificata, Svezia ai playoff.

Girone D: l’Olanda, già qualificata, va a vincere in Turchia, eliminando l’undici di Fatih Terim. Ai playoff va la Romania, che ha battuto 2-0 l’Estonia.

Girone E: la sorpresa delle qualificazioni la regala l’Islanda che a novembre giocherà gli spareggi grazie al pareggio (1-1) con la Norvegia. Merito anche della Svizzera (diretta concerrente dell’Italia per una teste di serie) che batte 1-0 la Slovenia.

Girone F: alla Russia di Fabio Capello bastava un punto in Azerbaigian e così è stato, con i padroni di casa che hanno pareggiato solo al 90′. Inutile la larga vittoria del Portogallo che ha battuto 3-0 il Lussemburgo e che costringerà Cristiano Ronaldo agli spareggi di novembre. Per il ct italiano è la seconda qualificazione mondiale dopo quella ottenuta nel 2010 con l’Inghilterra.

Girone G: la Bosnia di Dzeko, Pjanic e Lulic va per la prima volta al Mondiale grazie alla vittoria in trasferta (1-0) in Lituania che ha reso inutile il 2-0 della Grecia (prima in classifica ex equoa ma con una peggiore differenza reti) contro il Liechtenstein.

Girone H: Rooney e Gerrard danno la certezza dei Mondiali all’Inghilterra (2-0 alla Polonia), relegando l’Ucraina (8-0 al San Marino) ai playoff.

Girone I: tutto facile per i campioni del mondo della Spagna che superano la Georgia 2-0. Per la Francia, seconda classificata, l’incubo spareggi.

In Sud America la gara clou si giocherà stanotte aa Santiago tra Cile ed Ecuador (25 punte entrambe) a cui basterà suddividersi la posta per mandare agli spareggi contro la Giordania a novembre l’Uruguay (22 punti) impegnata in casa contro l’Argentina.

Situazione simile anche nella zona Concacaf, con l’Honduras che ha bisogno di un punto contro il fanalino di coda Giamaica per condannare il Messico, che deve comunque battere il Costa Rica, ai playoff con la Nuova Zelanda.

Per quanto riguarda infine i 5 pass africani, oggi si è giocata il quinto spareggio di andata tra Ghana-Egitto che ha visto le stelle nere vincere con un punteggio tennistico (6-1) che lascia ben poche speranze ai faraoni nella partita di ritorno.

Le altre quattro africane usciranno da Costa d’Avorio-Senegal (3-1 all’andata); Etiopia-Nigeria (1-2); Tunisia-Camerun (0-0); Burkina Faso-Algeria (3-2).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico