Home

Antidoping con pene finto pieno di urina pulita: chiesti 18 mesi per fondista

 Si presentò ad un controllo antidoping munito di un pene finto ripieno di urina “pulita”. Con questa accusa la Procura antidoping del Coni ha deferito il podista Devis Licciardi, chiedendo per lui due anni e mezzo di squalifica.

Chiesti due anni di inibizione a manifestazioni ed eventi sportivi sul territorio nazionale anche alla fidanzata, Sara Malpetti, che lo aiutò nella “furbata”. Licciardi fa parte della quadra dell’Aeronautica militare. L’episodio è avvenuto a Molfetta, nel Barese, al termine della gara del campionato italiano individuale assoluto 10 chilometri su strada. A scoprire l’ingegnoso sistema alcuni addetti all’antidoping, che hanno subito inviato la segnalazione alla magistratura sportiva.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico