Caserta

La storia della contabilita’ all’Ite ‘Terra di Lavoro’

 CASERTA. La storia della contabilità e della scrittura oggetto di studio all’Istituto tecnico economico ‘Terra di Lavoro’, l’istituto più antico della città si apre alla società e ripercorre i suoi antichi fasti.

In un incontro organizzato dal Centro Studi ed Alta Formazione maestri del lavoro d’Italia, il dottor Umberto Di Donato, direttore del Museo della macchina da scrivere di Milano, ha illustrato ai giovani il percorso della scrittura dai Sumeri fino ai moderni sistemi informatici.

L’iniziativa, voluta dalla dirigente scolastica Emilia Nocerino, ha impegnato gli studenti dell’ultimo anno dei plessi di via Ceccano e via Vivaldi e si è avvalsa della collaborazione dei docenti, dei referenti dell’orientamento e delle funzioni strumentali. Una mattinata che ha percorso uno degli aspetti più affascinati della trasmissione del sapere umano, ma anche un amarcord in quanto Umberto Di Donato da giovane ha studiato nello stesso istituto quando era dislocato nella Reggia di Caserta ed ha avuto quale presidente Ciro Vaccaro. Un uomo protagonista per quasi quarant’anni della vita Casertana a partire dagli anni venti del secolo scorso.

“Una opportunità che contribuisce ad accrescere la cultura generale di voi studenti.– ha detto la dirigente Nocerino – Un esempio che dimostra come da questa scuola si sono diplomati persone chehanno avuto passione ed hanno contribuito alla crescita del paese”.

Per il presidente del CeSAF maestri del lavoro d’Italia, l’invito a Caserta del direttore del museo delle macchine da scrivere non è stato casuale, ma si inserisce nel progetto di creare all’interno dell’Ite ‘Terra di lavoro’, “un museo dinamico della tecnologia”, gestito dagli insigniti della stella al merito del lavoro dal presidente della Repubblica che possa mantenere viva la memoria della industrializzazione Casertana degli anni‘70dove venivano progettate e costruite macchine ed impianti di avanguardia con la presenza delle più grandi multinazionali e che per questo Terra di lavoro venne definita la Brianza del Sud.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico