Casagiove - Casapulla - Curti - San Prisco

Pietro e Italo Mastroianni al sindaco: “Salviamo il Cinema Vittoria”

 CASAGIOVE. Il Cinema “Vittoria” sorge al viale della Libertà, all’ingresso del centro urbano di Casagiove, a pochi chilometri da Caserta.

Edificato nel primo dopoguerra, oggi si presenta in buono stato di conservazione con ottimi impianti a norma, rivestimenti e arredi nuovi. Il cinema Vittoria dopo il periodo di crisi del cinema, in cui rimase unica sala in provincia di Caserta, coadiuvata e sospinta dall’appassionato gestore, Annibale Mastroianni e da un gruppo di giovani determinati riuniti in “cineclub”, ha rinnovato sale e attrezzature, pronto ad affrontare, forte della sua storia e di un gruppo sempre crescente di amici e spettatori, la sfida delle multisale. Sfida che ad oggi è ancora sostenuta con grande dignità.

Insieme a programmazioni di “consumo”, le opere più raffinate, colte e innovative, vengono presentate al “Vittoria”, che conserva e conserverà un pubblico numeroso e affezionato. Nel 2012 i soci ammontarono ad oltre 800 unità. Storico gestore del Cinema Vittoria era il sig. Annibale Mastroianni, scomparso qualche anno fa, pezzo importante della storia del cinema a Caserta e in Terra di Lavoro.

I soci del Cineclub e i frequentatori del Cinema Vittoria di Casagiove lo conobbero e lo apprezzarono come un grande lavoratore nel mondo del cinema , appassionato e instancabile. Per il cinema spese tutta la sua vita, a cominciare dall’adolescenza fino agli ultimi momenti di vita.

Fece tutta la gavetta nella trafila del proiezionista e dell’ esercente di cinema, cominciando da ragazzo nelle sale di cinema , come aiutante proiezionista fino ad arrivare ad esercente. E dal 1981, lui che con spirito giovanile era aperto e disponibile a nuove esperienze, a differenza di altri esercenti, accolse con favore ed entusiasmo di appoggiare ed interessarsi del cinema di qualità o cinema d’essai.

Da allora il Cinema Vittoria di Casagiove , divenuto anche Cineclub, ha vissuto come, in una sorte di crescente epopea socio-culturale, una nuova vita collettiva, ricca di eventi e di incontri importanti, acquisendo notorietà a livello regionale e nazionale.

Prima giovani, studenti, intellettuali e professionisti, poi la gente comune ha affollato in modo sempre crescente la sala del Vittoria.Sempre più numerosi, da Casagiove, da Caserta e da tutta la provincia gli spettatori hanno riscoperto o scoperto il valore e la bellezza del Cinema di qualità, prendendo spesso le distanze dal cinema commerciale o di cassetta allora in voga. I cinefili e gli spettatori comuni hanno potuto vedere nella Sala del Vittoria i migliori filmdei più grandi registi del Mondo. Hanno inoltre potuto conoscere e colloquiare in sala con molti registi e attori famosi.

Al Cineclub Vittoria va anche dato il merito di aver stimolato e coltivato in molti giovani la voglia e la passione di lavorare nel cinema . Dal Cineclub, infatti, sono usciti attori , registi, un promotore e direttore di Festival cinematografici di livello nazionale, operatori a vari livelli , tutti impegnati nella meravigliosa arte del Cinema. Tutto questo movimento ha coinvolto dal primo momento anche i suoi giovani figli Pietro ed Italo, suoi solerti collaboratori e sempre al fianco di Annibale nel realizzare ogni nuovo progetto.

All’alba della nuova stagione cinematografica 2013-14 sembra stia per finire questo segno e sogno di qualità, a causa di problemi economici che diventano sempre più pressanti con la paventata possibilità di trasformazione speculativa da parte di costruttori di poca cultura, del fabbricato del cinema in edilizia residenziale e commerciale.

I fratelli Mastroianni e tanti appassionati del cinema di qualità non vogliino che a Casagiove, a Caserta e provincia si chiuda un’ “epoca di grande Cinema”, che ha visto la programmazione ininterrotta di film di grandi autori, spesso presenti in sala per confrontarsi con il pubblico, e festival, stagioni estive, visite di gruppo a Cinecittà, biblioteca con riviste e cineteca, film in lingua e tante, tante altre attività legate al mondo della celluloide.

Con grande preoccupazione e senso di melanconia chiedono alle Istituzioni Locali, in primis al Comune di Casagiove, al quale il Cinema Vittoria ha ecato pregio nell’arco del trentennio, di riconoscere la valenza storica culturale della sala e della sua attività.

Chiediamo all’Amministrazione di attivare urgentemente un Consiglio Comunale Aperto che riconosca al Cinema una valenza fondamentale per il Territorio e che scoraggi tentativi si speculazione edilizia a danno di un’attrezzatura di interesse pubblico.

Pietro e Italo Mastroianni

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico