Aversa

Sagliocco all’opposizione: “Ecco le cose che abbiamo fatto”

Giuseppe Sagliocco AVERSA. Le dichiarazioni del consigliere comunale del Pd Marco Villano che ha accusato, in pratica, l’amministrazione comunale di essere immobile ed in balìa delle fibrillazioni intestine alla maggioranza di centro destra, hanno provocato la reazione piccata del primo cittadino Giuseppe Sagliocco

… che dichiara: “Che dire. La risposta è nelle cose. Consiglio a Villano di uscire dalla vaghezza e iniziare a non dar luogo a parole slegate, ma ad esprimere concetti concreti. Per fare un elenco di quanto abbiamo fatto sino ad oggi ci vorrebbe un’apposita pubblicazione. La faremo anche per sollecitare la crescita. Mi sovviene, ad esempio, l’ultima importante decisione relativa alle zone franche urbane con la quale si porteranno in città 11 milioni di euro dei quali beneficerà l’economia locale”.

“Affermare che non abbiamo fatto nulla – conclude Sagliocco – è diventato un leit motiv che non ha, però, basi concrete. Per cui, per evitargli brutte figure, gli suggerisco di approfondire come è dovere di un consigliere comunale e non sparare nel mucchio”.

In una nota ufficiale, poi, Sagliocco risponde in modo più ampio. “Una precisazione per chi parla per slogan, non coglie, non sa o semplicemente vuole ignorare quanto è stato fatto in questo primo scorcio di consiliatura”.

“Abbiamo fatto. E non parlo solo del Tribunale che comunque rappresenta un momento epocale per la nostra Città. L’allocazione del Tribunale di Napoli Nord nel castello Aragonese, porterà uno dei più importanti processi di trasformazione del tessuto urbano che la nostra città ha vissuto negli ultimi decenni”.

“Oggi in giunta abbiamo approvato importanti progetti relativi al piano triennale delle opere pubbliche – annualità 2013- che saranno messi a gara appena sarà approvato il bilancio”. Si tratta: della realizzazione di nuovi loculi all’interno del cimitero cittadino per un importo di 250mila euro; dell’adeguamento alle norme di sicurezza degli istituti per un importo di 240mila euro (ovvero della realizzazione dell’aula docenti con funzioni anche di aula di proiezione presso il V circolo e adeguamento dei locali mensa presso il IV circolo); dell’ammodernamento degli ambienti interni per potenziare la capacità ricettizia della scuola materna in via Guido Rossa per un importo di 150mila euro; dell’adeguamento funzionale della scuola media ‘Parente’ per un importo di circa 200mila euro; della ristrutturazione della copertura della Chiesa dell’Annunziata in via Roma per un importo pari a 380mila euro.

Nel corso della giunta è stata deliberata anche la realizzazione del parcheggio pubblico di interscambio in Via Atellana che sarà realizzato grazie al programma Jessica e consentirà uno snellimento del traffico cittadino e la rimodulazione del quadro economico dei lavori di realizzazione del nuovo mercato ortofrutticolo.

“In questi primi sedici mesi di consiliatura, si è partecipato ad un processo di velocizzazione di alcuni importanti procedimenti con risultati evidenti. Per il Programma Piu Europa si è oggi ad un passo dalla conclusione per tre grandi opere che devono realizzarsi in Città e precisamente: Chiesa dello Spirito Santo, Completamento casa Cimarosa-Realizzazione Ztl Bike Sharing (piazzetta Cirillo e Via Roma), per altre opere invece, quali Parco Pozzi e Via Vito Di Iasi sono state ultimate le fasi di gara ed a breve si provvederà alla definitiva aggiudicazione. Nel frattempo, grazie alla Regione Campania, abbiamo anche effettuato la rimodulazione del Piano. Un’ulteriore opportunità dataci rispetto all’intervento di Piazza Marconi, cogliendo la opportunità, di utilizzare i fondi messi a disposizione in un tempo compatibile con il crono programma dei fondi Por”.

Ed ancora: “Stiamo cominciano a studiare come poter rivitalizzare lo spazio dell’ex Maddalena. In sinergia con l’Asl (proprietaria dell’area) e delle due facoltà universitarie presenti in Città, consapevoli della complessità di una pianificazione volta alla valorizzazione e recupero dell’intero complesso, abbiamo dato solo avvio ad un percorso sinergico per giungere ad ipotesi di pianificazione senza precludere a nessuno la partecipazione attiva”.

Sagliocco spiega anche in tema di finanze ciò che è stato fatto.“Per il secondo anno consecutivo ci apprestiamo a non aumentare Imu e Irpef per non penalizzare i cittadini in questo momento non certo semplice. Nel contempo, però, abbiamo recuperato 5milioni e 650mila euro circa dei cosiddetti residui perenti. Tale risorsa che rappresenta in un momento di particolare difficile per le casse comunali, una importante boccata d’ossigeno, è riconducibile all’erogazione di contributi ordinari e consolidati per gli anni 1999, 2000, 2003 e 2004. Tali somme costituiscono un credito vantato dal Comune di Aversa e non erogato nel corso degli anni degli esercizi suddetti per effetto delle regole di tesoreria vigenti nel periodo dal 1997 al 2007. In particolar modo la somma rappresenta l’erogazione dei residui passivi perenti (per il Ministero, e residui attivi per il Comune) di parte corrente. Dal 1999 il Comune di Aversa non ha usufruito di crediti dal Ministero degli Interni che, quindi, sono diventati residui perenti e così come prevede la norma, se il creditore (in questo caso il Comune di Aversa) richiede il pagamento di un residuo perento, questo viene reiscritto nel capitolo di spesa di provenienza. Gli oltre cinque milioni che arriveranno nelle casse comunali rappresentano la somma ci contributi ordinari per gli anni 1999, 2000 e 2004, contributi consolidati dell’anno 2000 e contributo del taglio Dini 2000”.

Ed ancora: “A seguito della ricognizione effettuata sulle disponibilità residue a valere sui mutui concessi dalla Cassa Depositi e Prestiti le cui opere sono state concluse, abbiamo richiesto alla Cassa Depositi e Prestiti le erogazioni a saldo per quei mutui che presentano una disponibilità residua pari o inferiore a 5mila euro o nel caso di importi residui pari al 5% del mutuo a suo tempo concesso”.

Sono entrate nelle casse comunali, quindi, oltre 270mila euro impiegati in interventi tecnici manutentivi di opere infrastrutturali, con priorità per i tratti stradali cittadini a manutenzione interna al cimitero comunale nonchè ad interventi manutentivi di edifici scolastici”.

Sagliocco conclude: “Siamo consapevoli che abbiamo ancora tanto da fare e siamo convinti che con lavoro e spirito di abnegazione possiamo raggiungere tutti i traguardi prefissati”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico