Aversa

Pdl, anche sugli emendamenti vince Sagliocco

 AVERSA. Vince Sagliocco e il Pdl è in un angolo. Doveva esserci una pioggia di emendamenti. Li aveva preannunziati anche il coordinatore cittadino del Pdl, Luciano Luciano, criticando i modi assolutistici del primo cittadino.

Alla fine, invece, non vi è stato un solo emendamento da parte della maggioranza ufficiale, ad eccezione del “battitore libero” Paolo Santulli che prosegue nelle sue lotte solitarie nel cercare di recuperare una parte di quei fondi destinati alla pista di atletica leggera, oramai unico suo cavallo di battaglia, dopo che la classe politica tutta, indistintamente, ha fatto di tutto, scientemente, per concedere al noto privato il Capannone.

Alla fine a presentare gli emendamenti solo i “cattivi”: Paolo e Michele Galluccio, Imma Lama, Gianpaolo dello Vicario, Augusto Bisceglia e Orlando De Cristofaro, oltre, ovviamente, al solitario democratico Marco Villano, con Sel che stenta a riprendersi e i due indipendenti Salvino Cella e Salvatore Candida che si adeguano alla maggioranza.

Insomma, alla fine, Sagliocco esce vincitore, già prima di giungere in consiglio comunale per l’approvazione del bilancio preventivo per il 2013. Di quei dieci dissidenti che tanto lo preoccupavano ne ha recuperati tre e tanto basta. I due Udc Luigi Vargas e Domenico Palmieri hanno dato una svolta verso la real-politik e dichiarato che se un bilancio si dovrà fare, questo sarà fatto a metà consiliatura, mentre Nico Nobis sembrerebbe anch’esso rientrato alla base ortodossa di Noi Aversani. Vai Sagliocco, cadrai solo quando vorrai tu!

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico