Aversa

Coppa Italia, il Volleyball Aversa travolge il Lagonegro

 AVERSA. Doveva essere vittoria ed, infatti, il Volleyball Aversa non è mancato all’appuntamento della Coppa Italia travolgendo letteralmente il Lagonegro nella penultima giornata del girone 6 di Coppa Italia maschile di pallavolo di serie B2.

3-0 (25-16; 25-22; 25-20) netto rifilato dalla squadra di coach Nappa che ha completamente ribaltato il risultato dell’andata, quando furono i lucani a vincere ma con parziali molto meno ridotti, portandosi a quota sei in classifica con l’ultima gara da giocare domenica prossima in casa del Caseificio Nucci di Agnone.

Questo vuol dire che, qualora il Volleyball Aversa dovesse ottenere un successo in Molise andrebbe a pari punti con il Lagonegro attualmente a nove. Così si ricorrerebbe al quoziente set, ed eventualmente a quello punti, per giudicare quale delle squadre risulterebbe essere la prima del girone. Per pensare alla gara di Agnone, però, c’è tempo anche se non troppo perché si torna in campo domenica, 13 ottobre, alle ore 18.

In casa normanna, intanto, c’è gran soddisfazione per la vittoria sul Lagonegro ottenuta con una prova al limite della perfezione da parte della squadra del Presidente Di Meo che ha messo in campo tutto il proprio valore calando gli assi nella manica con le prove superlative dell’opposto Fasulo, dello schiacciatore Rispoli e del centrale Falanga.

Il Volleyball Aversa è sceso in campo per dominare. Fin dal primo set, quando il caloroso e numeroso pubblico del PalaJacazzi di Aversa ha visto scendere sul parquet una squadra forte e determinata che al primo parziale set era già in vantaggio di due punti (8-6). Poco per mettere a tacere un Lagonegro che ha rintuzzato come poteva i colpi normanni, soccombendo 16-9 al secondo time-out tecnico e 25-16 nel finale di set concluso da un colpo di Rispoli.

Il primo set conquistato con un gioco poco intercettabile da parte lucana e la determinazione di Francese e compagni hanno, inevitabilmente, richiamato agli attenti il sestetto lucano che nella seconda frazione di gioco è riuscito a tornare in corsa fino al 21-18. Senza fare i conti, però, con un Volleyball Aversa che non aveva tra i suoi obiettivi concedere set agli avversari. Da 21-18, infatti, i normanni sono risaliti al pareggio per poi innestare la marcia con Montò e chiudere sul 25-22 con un muro vincente di Francese.

Nel terzo set copione simile al primo. Dal punto di vantaggio al primo time-out tecnico, i normanni hanno allungato al secondo sul 16-11 concedendo qualcosa solo nel finale quando Fasulo ha messo fine al set ed al match facendo esplodere la gioia dell’intero Palazzetto dello Sport “Maria Teresa Jacazzi” di Aversa, dei giocatori, di tutto lo staff tecnico e naturalmente della dirigenza guidata dal Presidente Sergio Di Meo.

«Ero convinto che i ragazzi avrebbero vinto – dice il massimo dirigente normanno – è stata una partita bellissima ma certamente non mi sarei aspettato una vittoria così netta contro una delle pretendenti alla vittoria del girone G del campionato di serie B2 di pallavolo. Soprattutto mi è piaciuta tanto la reazione dei ragazzi nel secondo set che è stato molto sofferto. Il primo ed il terzo, invece, sono stati una cavalcata. Sono veramente molto soddisfatto della prestazione e del risultato. Abbiamo vinto anche bene perché abbiamo fatto più punti noi a Lagonegro che loro qui. Qualora dovessimo vincere ad Agnone con parziali alti dovremmo essere noi tra le prime otto squadre di Italia ad accedere al turno successivo. E’ un grande sogno che si sta realizzando».

L’ampio successo su Lagonegro è iniezione di fiducia anche per il Volleyball Aversa come conferma Giovanni Di Giorgio: «Non ci aspettavamo un risultato così ampio – dice il palleggiatore normanno – ma sapevamo di avere tutte le carte in regola. Siamo stati mossi da una forte voglia di vincere e dalla consapevolezza di essere una buona squadra. Considerando che abbiamo battuto il Lagonegro, che sarà una delle pretendenti alla vittoria del girone G del campionato di B2, noi possiamo affermare di essere tra queste. Possiamo davvero arrivare in alto».

Ultima parola sulla vittoria in Coppa Italia spetta al coach normanno: «Abbiamo preparato la partita proprio nel modo in cui è andata – dice Ignazio Nappa – anche se nella parte centrale del secondo set abbiamo dovuto utilizzare qualche accorgimento tattico. Si è vista una squadra reattiva, dinamica ma soprattutto con una gran voglia di vincere che è quella che scatena l’aspetto tecnico in alcuni momenti difficili. C’è bisogno di cautela in vista dell’Agnone ma anche di allenamenti e lena. Dobbiamo avere lo stesso gioco, la mentalità e la stessa voglia di vincere senza pensare alla forza dell’avversario. L’Agnone di certo non è il Lagonegro ma una squadra che potrebbe metterci in difficoltà. Questo non deve succedere».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico