Trentola Ducenta

Prezzi carburanti, l’osservatorio Nielsen a Trentola Ducenta

 TRENTOLA DUCENTA. Da oggi, l’Osservatorio Nielsen dei prezzi deicarburanti – promosso da Conad – rende noti i prezzi medi settimanali dei distributori Conad e della concorrenza.

Sei le aree in cui vengono condotte le rilevazioni: si parte con Campania e Basilicata – Trentola Ducenta, Pagani (Salerno) e Lauria (Potenza) – per proseguire con la Sardegna e i distributori di Carbonia Iglesias (CI) e Porto Torres (Sassari). Seguiranno Liguria e Piemonte – Arma di Taggia (Imperia), Savigliano (Cuneo) e Livorno Ferraris (Vercelli) – Romagna – Faenza e Cesena – e Toscana e Lazio, con lo “storico” impianto di Gallicano (Lucca), quello di Donoratico (Livorno), Lari(Pistoia) e Lucca aperti di recente, Bracciano (Roma).

Infine l’Emilia: Baggiovara (Modena), Bibbiano (Reggio Emilia) e Ferrara. Come ulteriore informazione diiferimento sarà fornita anche la forbice dei prezzi, massimo e minimo. Con le famiglie che spendono sempre più per fare il pieno all’auto, i distributori di carburanti Conad in Campania a Trentola Ducenta (Caserta) e Pagani (Salerno), gestiti da soci di Pac 2000A Conad, continuano ad erogare convenienza per gli automobilisti.

Nellasettimana dal 9 al 15 settembre, la rilevazione condotta in Campania e in Basilicata ha evidenziato un prezzo medio della benzina Conad pari a 1,685 euro/litro contro 1,808 euro/litro praticato dalla concorrenza e 1,592 euro/litro contro 1,684 euro/litro per il gasolio. Rifornendo al distributore Conad, gli automobilisti hanno potuto risparmiare 12,3 centesimi per l’acquisto di benzina e 9,2 centesimi per il gasolio, ovvero circa 5 euro sul pieno di un’auto di media cilindrata con un serbatoio di 50 litri.

La forbice dei prezzi della concorrenza oscilla tra un massimo di 1,894 euro e unminimo di 1,744 euro per la benzina; tra 1,753 euro e 1,619 euro per il gasolio. La presenza dei distributori Conad si conferma non solo elemento di competitività nel territorio, in grado di assicurare agli automobilisti un pieno conveniente, ma anche un’occasione capace di produrre un effetto calmierante nel bacino di riferimento. A livello nazionale, nel medesimo periodo, il prezzo medio dei carburanti comunicato dal ministero dello Sviluppo economico è stato di 1,775 euro/litro per la benzina, 1,681 euro/litro per il gasolio.

L’auspicio, visti i risultati ottenuti sinora, è che possa esserci normative regionali meno vincolanto per quanto riguarda l’accesso di nuovi operatori al mercato, assicurando agli automobilisti una convenienza che la rete tradizionale non è in grado di produrre. Servono scelte in discontinuità con le vecchie logiche, stimolando quelle nuove aperture che renderebbero la liberalizzazione della distribuzione dei carburanti un progetto di modernizzazione del Paese, produttivo ereplicabile in tutte le regioni.

“Stiamo facendo la nostra parte: offrire convenienza agli automobilisti, tutti i giorni della settimana e tutto l’anno, a qualunque ora, così come stiamo facendo anche con le parafarmacie e con i corner Ottica.Abbiamomargini per migliorare in alcuni dei nostri impianti, per accrescere la nostraefficienzaed assicurare ancor più convenienza ai nostri clienti. Stiamo dando il nostro contributo alla liberalizzazione dei mercati, che auspichiamo sempre più aperti alla concorrenza nell’interesse dei cittadini”, sostiene il direttore generale di Pac 2000A Conad, Danilo Toppetti. “L’innovazione è una strada obbligata per continuare a crescere. Per questo Conad chiede al governo e alle Regioni maggiore coraggio, scelte più incisive e determinanti, perché risparmiare è possibile”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico