Trentola Ducenta

Antiracket, Griffo concede locali all’associazione

 TRENTOLA DUCENTA. Il sindaco di Trentola Ducenta, Michele Griffo, mette a disposizione dell’associazione Antiracket della città locali idonei per ospitare l’attività della stessa.

“Considerato che – spiega il sindaco Griffo – a Trentola Ducenta abbiamo una struttura accogliente qual è la Casa delle Associazioni realizzata recuperando la vecchia stazione della linea Alifana e tenuto conto che presto saranno disponibili anche i locali in piazza Vittoria dove a breve termineranno il lavori di recupero, abbiamo ritenuto di offrire ad un’Associazione che opera sul territorio fin dal lontano 1998 la possibilità di avere a disposizione locali idonei allo svolgimento della propria attività.A seguito di un incontro avuto con l’attuale responsabile dell’associazione antiracket, Domenico Di Ronza, abbiamo convenuto che la scelta della sede avverrà dopo un sopralluogo, che effettueremo insieme, per stabilire quale sia l’ubicazione migliore per l’associazione”.

Ancora una volta l’amministrazione comunale di Trentola Ducenta, guidata dal sindaco Griffo, dimostra una particolare sensibilità nel combattere un fenomeno criminale, molto diffuso nelle nostre zone, che spesso mette in crisi le attività commerciali esistenti. Non è un caso, infatti, che all’epoca della nascita dell’associazione a Trentola Ducenta, prima in provincia di Caserta e forse nell’intero territorio regionale, quando a presiedere la stessa c’era il compianto Giovanni Costanzo, il sindaco che accolse in città Tano Grasso era proprio Griffo, che, di recente, ha continuato questa sua battaglia ai fenomeni illegali del racket e dell’usura con una lunga e penetrante campagna di sensibilizzazione della cittadinanza volta a far emergere i fenomeni di strozzinaggio ed a contrastare la piaga dell’usura, “attraverso percorsi, iniziative e servizi di prevenzione e di incoraggiamento alla denuncia, inserendola in un più ampio contesto di diffusione della cultura della legalità, elemento indispensabile per una vera crescita della società – come lo stesso Griffo ebbe a dichiarare”.

Oltre ad aver aderito ad una iniziativa della Camera di Commercio, il “Camper della legalità”, conclusa con un apposito consiglio comunale aperto sull’argomento e segnatamente sul racket e l’usura, e ad aver avviato una serie di iniziative per portare alla luce situazioni difficilmente riconoscibili senza l’aiuto delle persone coinvolte, il sindaco Griffo, unitamente alla maggioranza consiliare, ha anche messo a disposizione delle vittime dell’usura ventimila euro.

Soddisfatto della messa a disposizione di una sede il responsabile dell’associazione antiracket, Domenico Di Ronza, che ha dichiarato: “Ancora una volta il sindaco e l’amministrazione comunale di Trentola Ducenta dimostrano la loro disponibilità e la loro volontà di combatte una difficile battaglia contro questi fenomeni diffusi nei nostri territori che in maniera subdola colpiscono i commercianti e spesso li inducono al fallimento. Questa disponibilità e sensibilità servono anche ad infondere fiducia nei soggetti colpiti da tali fenomeni criminali in modo da aiutarli a denunciarne gli autori, ed inoltre ad accompagnarli nel difficile cammino che li porta verso l’uscita del tunnel nel quale sono finiti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico