Sessa Aurunca - Cellole

25esima edizione del “Festival di Musica d’Insieme”

Daishin KashimotoSESSA AURUNCA. Festeggia quest’anno la sua 25esima edizione il Festival di musica d’insieme di Sessa Aurunca, nato dall’intuizione di un appassionato melomane, come l’avvocato Camillo Rozera, e diretto da sempre da uno dei più grandi violinisti viventi, Rainer Kussmaul, già primo violino e solista dei Berliner Philarmoniker.

Quest’anno, per la prima volta, Kussmaul è stato costretto a disertare l’appuntamento per motivi di salute ma ha selezionato gli artisti e curato ogni dettaglio del programma.

A raccogliere il testimone in loco sarà il suo allievo prediletto, Daishin Kashimoto, che frequenta la kermesse di Sessa sin da quando aveva praticamente i calzoni corti, e che nel 2009, a soli 30 anni, ha vinto il concorso di primo violino dei Berliner. Il tema prescelto, nell’anno del bicentenario di Verdi, pone al centro la musica da camera italiana.

“Il Bel Paese – spiega il maestro Kussmaul nella presentazione – è noto soprattutto per il bel canto e la musica da teatro. Ed invece in Italia nel XIX secolo ci sono stati artisti che hanno scritto pagine assai importanti della storia della musica da camera. Ci sono grandiosi quartetti per archi di compositori come Donizetti, che offrono vere e proprie sorprese”.

Il programma spazia da Verdi a Bellini, da Donizetti a Puccini, attraverso Cherubini, Rossini, Alfredo Piatti, Saverio Mercadante, Giuseppe Martucci (originario di Capua), e il suo allievo Ottorini Respighi. Oltre ovviamente a Mozart, che in una manifestazione affiliata all’Internationale Stiftung Mozarteum, non poteva mancare. Ma sono previsti anche brani in tema di Hugo Wolf (Italienische serenade) e di Nino Rota, l’autore delle musiche dei film di Fellini.

Di livello assoluto, come di consueto, gli artisti presenti: insieme al già citato Kashimoto, un altro Berliner come il violista Helmut Nicolai, Alfonso Gehdin (accademico effettivo di Santa Cecilia), Magdalena Rezler, Mauro Tortorelli, Jihhye Seo, Demetrio Comuzzi, Claus Kanngiesser, Helmar Stieler, Daniela Petracchi, lo straordinario pianista turco Aziz Kortel, Suusan Hopfer e il tenore Christian Georg.

Dopo l’anteprima di sabato, e l’inaugurazione di domenica, si proseguirà martedì, giovedì e sabato. Sempre nel salone del castello ducale, con inizio alle 20.30.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico