Sant’Arpino

Campania contaminata, petizione di Sel

 SANT’ARPINO. Il circolo cittadino di Sinistra Ecologia e Libertà “Don Andrea Gallo” sostiene la petizione on line: “Il governo italiano provveda alla bonifica delle aree campane contaminate” al presidente del Consiglio, Enrico Letta e lanciata da Salvatore D’Errico.

“Un tempo era la Campania Felix, oggi è la nuova Fukushima. – commentano da Sel – A causa dei rifiuti tossici seppelliti nel sottosuolo, in Campania si assiste ad un vero e proprio biocidio. Attualmente è la regione italiana con il più alto tasso di mortalità per tumore. È assurdo come lo stato italiano abbia iniziato nei mesi scorsi l’acquisto di caccia F-35 al prezzo di 15 miliardi di euro e non abbia provveduto alla bonifica delle terre radioattive che hanno già cominciato a mietere le prime vittime di una lista destinata ad allungarsi. Il diritto alla vita è un diritto sacro, inalienabile. Io e i miei concittadini ci appelliamo all’articolo 3 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo che recita: ‘Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona’”.

“Auspichiamo dunque – concludono i vendoliani – che il governo italiano avvii al più presto i processi di risanamento delle aree interessate e che prenda repentini provvedimenti per risolvere questo problema che non è degno di un paese civile”.

E’ possibile sottoscrivere l’importante petizione sul sito: www.change.org. LINK

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico