Italia

Avvocatessa uccisa, fermato un uomo: ha confessato

 UDINE. Svolta nelle indagine sull’omicidio della giovane avvocatessa uccisa, Silvia Gobbato. Un uomo, infatti, è stato fermato e portato in caserma.

Nicola Garbino, di Pozzuolo del Friuli, in cura perproblemi di salute mentale, 36 anni, è stato trovato in possesso di un coltello sporco di sangue e poco dopo ha confessato il delitto.

La giovane 28enne era stata ucciso a Udine mentre faceva jogging. Secondo quanto si è appreso da ambienti investigativi, l’uomo avrebbe sulle braccia graffi e segni compatibili con l’aggressione alla ragazza.

Sembra inoltre che conoscesse già Silvia Gobbato.In un primo momento era statoindagatoper l’omicidioGiorgio Ortis, amico e collega di Silvia, e figlio dei titolari dello studio legale nel quale la giovane stava svolgendo il praticantato. Il suo avvocato aveva spiegato che si trattava di un atto dovuto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico