Esteri

Sparatoria a New York: ucciso bimbo di un anno

 NEW YORK. Si trovava su un passeggino che i genitori stavano spingendo per attraversare una strada quando tre o quattro spari sono stati esplosi in direzione della famiglia. Un proiettile lo ha colpito alla testa e per Antiq Hennis, di un anno, non c’è stato nulla da fare.

E’ accaduto a New York, nella zona di Brownsville di Brooklyn, alle 19 ora locale. La polizia ritiene che obiettivo dell’attacco fosse il padre della vittima, Anthony Hennis, un pregiudicato con 20 arresti alle spalle per narcotraffico. Anche se uno zio del bambino, Chris Dovesen, ha assicurato che Anthony aveva cambiato vita da quando era diventato per la prima volta papà.

La sparatoria è avvenuta all’angolo tra Livonia Avenue e Bristol Street e, ha precisato la polizia, il piccolo, colpito all’interno del passeggino, si trovava con i suoi genitori, che vivevano a pochi blocchi di distanza da dove è avvenuto l’episodio.

Una testimone, che era andata a trovare il suo ragazzo, ha raccontato di avere sentito tre spari, vedere un uomo correre via, mentre un altro stava vicino al passeggino. Anche il secondo uomo si è dato alla fuga, ma poi è tornato indietro per il bambino.

Il piccolo Antiq è il secondo bimbo coinvolto in una sparatoria a Brooklyn in otto giorni: lo scorso 24 agosto un altro bimbo di tre anni era stato ferito alla testa da uno sparo esploso da un amico della baby sitter che lo stava accudendo in casa.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico