Cesa

Nubifragio, le strade di Cesa allagate

 CESA. Il maltempo si è abbattuto su Cesa martedì sera: strade allagate (corso Umberto, via Marini, via Roma), disagi per gli automobilisti, danni per i negozi e abitazioni situate a piano terra.

Fino a tarda serata proprietari di esercizi commerciali e proprietari di abitazioni, armati di molta pazienza, hanno cercato di arginare il forte deflusso d’acqua. Un “fiume in piena” arrivato fino a 30 centimetri di altezza. Un problema già preannunciato da Antonio Borzacchiello, dirigente provinciale dei giovani del Pdl e vicecoordinatore del Forum dei Giovani di Cesa, il quale negli ultimi giorni di agosto auspicava prevenzione nella pulizia delle caditoie per scongiurare un pericolo allagamento nel paese, e che ora ci ha inviato alcune immagini degli allagamenti.

“Adesso che abbiamo avuto dimostrazione del pericolo allagamenti nel nostro paese – spiega Borzacchiello – e per scongiurare il ripetersi dei danni ad abitazioni ed esercizi commerciali, auspico che vengano pulite le caditoie, in modo da prevenire un disagio ai cittadini di Cesa, visto che l’inverno è alle porte”.

A tal proposito Borzacchiello si rende disponibile come volontario: “Se è costoso, in termini di denaro pubblico per le casse comunali, mi rendo disponibile a pulire le fogne cittadine. Preparatemi pala, guanti e contenitore della spazzatura. Non è una provocazione, non posso e non voglio limitarmi alla solita critica costruttiva, la politica non deve essere il solo arroccarsi nei palazzi o nei partiti ma scendere tra la gente e con la gente, per questo dobbiamo metterci in movimento e dobbiamo essere pronti a fare qualunque cosa per migliorare il nostro paese, per me la politica è anche questo. Sono disponibile, aspetto notizie da chi di dovere”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico