Cesa

La maggioranza al Pd: “’O ciucc chiamma recchia long ’o cavall”

CESA. Sul palco dell’inaugurazione della sede del Pd vi è stata una stridente contraddizione tra la politica (De Luca) e l’avanspettacolo (Guida).

Il primo gode della nostra stima personale e istituzionale per come si è espresso e per il ruolo che ricopre, l’altro che non ha avuto fino ad oggi modo di dimostrare alcuna capacità amministrativa, (e alla sua prima esperienza amministrativa ed ogni sua attività, sia in consiglio che in commissione è fatta solo di polemica distruttiva e proposte strumentali), che ha già dimostrato le sue capacità politiche con un grande fallimento (da segretario del Pd ha portato un partito che aveva la maggioranza dei consiglieri, tra cui il sindaco, alla fuga di massa ed al tracollo elettorale dopo espulsioni ed allontanamenti di massa), che, per questo motivo, se avesse avuto un minimo di stile e di dignità politica avrebbe dovuto dimettersi dalla carica, come correttamente fece il dottor Fiorillo (ma parliamo di altra persona e di altro stile, tutta un’altra cosa!), che invece di controbattere gli argomenti documentati che abbiamo elencato sull’ultimo volantino, nell’ultimo consiglio comunale si mette a fare, non avendo argomenti seri, ironia scorretta, disgustosa e figlia di una politica che noi non conosciamo, sullo scambio voti – canone alberghiero (voti 100 = € 15.000), trasformando una riunione istituzionale in una sorta di misera operetta, non può permettersi di chiamarci incapaci e incompetenti.

Certo, siamo in gran parte giovani ed alla prima esperienza, ma abbiamo forse quello che lui non ha, la buona fede. Potremo anche fare degli errori, ma chi dice di non farne è solo uno stupido. A pensarci bene, su una cosa ha ragione, a noi effettivamente manca una cosa che lui ha, il carrierismo politico e la voglia di protagonismo a tutti i costi, ma ne facciamo a meno con piacere.

Non scenderemo più in queste valutazioni di tipo personalistico, che sono lontanissime dalla nostra visione di fare politica e che contro le nostre stesse idee abbiamo espresso con questo documento perché offesi e scocciati.

Le polemiche personali non ci appartengono, né ci interesserà più la polemica con Guida, ma consentiteci uno sfogo, dopo aver taciuto per troppo tempo di fronte a ripetuti attacchi offensivi, possiamo affermare che quando si parla di incapacità e incompetenza, sembra azzeccato il detto“’ Ociucc chiamma recchia long ’ o cavall”.

I Consiglieri della Maggioranza

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico