Caserta

Rifiuti tossici, Brancaccio (NPsi) invoca intervento delle Istituzioni

 CASERTA. “Dopo le tragiche dichiarazioni di vari collaboratori di giustizia sull’ubicazione di rifiuti tossici interrati nel territorio casertano, e viste le prime verifiche di accertamento dei siti, si presenta innanzi a noi una situazione che deve essere affrontata con una riflessione seria e complessa di tutte le forze politiche mettendo da parte divisioni su battaglie sociali ed ideologiche”.

Lo afferma Francesco Brancaccio, responsabile organizzazione del Nuovo Psi casertano. “Bisogna adottare una politica unitaria per la difesa del nostro territorio, pertanto si richiede un intervento da parte delle Istituzioni, coinvolgendo in un progetto comune il ministro all’Ambiente e tutela del territorio, Andrea Orlando, e gli assessori regionali all’ecologia ed alla Tutela del territorio, Giovanni Romano, e dell’Agricoltura, Daniela Nugnes, ad istituire una commissione ad hoc con la presenza di professionisti ed amministratori locali, con lo scopo di identificare e catalogare con precisione i siti oggetto di verifica e bonifica”, sostiene Brancaccio, per il quale occorre, inoltre, “come avvenne nel 2006 per opera dell’allora assessore all’agricoltura della Regione Lazio, Daniela Valentini, studiare un progetto per la creazione di un Distretto rurale ed agroenergetico, per la riqualificazione dei territori con un’agricoltura no food”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico