Caserta

Festival degli Antichi Casali a Puccianiello

 CASERTA. Il “Festival degli Antichi Casali” è nato grazie alla collaborazione della intera comunità di Puccianiello, ed è rappresentativa della cultura del luogo che l’ha partorita.

Si terrà da giovedì 5 a lunedì 9 settembre nella parte antica di Puccianiello, intorno alla chiesa di Sant’Andrea e alla adiacente piazza Trivio. Il Festival, con la direzione artistica di Emilio Di Donato, in questa prima edizione presenta eventi legati alle tre parole chiave “Musica, Cultura e Fede”, e dalla voglia di far festa ballando, cantando, pregando.

“Proponiamo a Casertani (e non) eventi interessanti come performance, lezioni di danza in piazza e concerti-seminario tenuti da cultori della tradizione popolare, conditi da momenti di giocoleria, gastronomia e mostre d’arte. – spiega il direttore artistico, Emilio Di Donato – Il Festival si caratterizza, rispetto ad altri ben più blasonati della nostra regione, dall’avere anche un intento divulgativo: ogni sera lo spettatore sarà accompagnato per mano a capire (e quindi apprezzare meglio) ciò che sta per ascoltare, dove possibile, a partecipare. Infatti ogni performance o espressione artistica è solo la punta dell’iceberg di un lungo lavoro e percorso di un’artista, e dedicare qualche minuto ad introdurre tale retroterra rende senz’altro più godibile l’evento stesso”.

In cartellone concerti di Marcello Colasurdo, Corepolis, Luca Rossi, Arianova, lezione in piazza di tammorriata con Marilù Poledro e Contrabballo, ‘A Cumba con un concerto dedicato a Fabrizio De Andrè, recitals e un reading con musica sulle poesie di Karol Wojtyla di Agostino Santoro ed Emilio Di Donato. L’esposizione “Ex-Voto” di Vincenzo Faraldo e “Pulcinella il Mito la Storia” di Patrizia Taccogna.

Nelle serate di Sabato 7 e Lunedì 9 stand gastronomico legato alla tradizionale “Sagra del Saucicciello” e giocolieri trampolieri e sputafuoco per le vie del borgo. “Speriamo che il Festival diventi un piacevole appuntamento che, per qualche giorno all’anno, infonda arte, musica, ritmi, giochi e semplici profumi per gli altrimenti tranquillissimi vicoletti di Puccianiello. Benvenuti nell’antico casale di Puccianiello”, è l’auspicio di Di Donato.

PROGRAMMA DETTAGLIATO

Giovedi 5 settembre

Ore 20.30, chiesa di S. Andrea Apostolo

MUSICA: ‘A Maronna bbona e bella ‘ncopp’ ‘a capa tene ‘a stella
Canti e versi del popolo per la Regina del Cielo
Canti dedicati alla madonna, ereditati dai principali momenti di devozione popolare in Campania. Un recital dal forte connotato religioso, inteso come momento di preghiera tramite l’uso del canto e della musica. Ideazione di Maria Antonietta Viglione, direzione musicale di Emilio Di Donato. Con Maria Antonietta Viglione, Annamaria Perrotta, Mariana Grande (voci), Raffaele Marino (tastiere), Biagio Rossetti (chit. battente), Pina Valentino (percussioni), Emilio Di Donato (chitarra), e la partecipazione del Coro parrocchiale della chiesa di S. Andrea Apostolo.

Venerdi 6 settembre

Dalle 16.00 alle 20.30, per le vie del casale di Puccianiello

TRADIZIONE: ‘O ppane d’a Maronna
La ripresa di una antica tradizione di Puccianiello
Figuranti puccianiellesi in abito contadino girano per il paese in trattore, distribuendo alle famiglie del Casale il tradizionale “pane d’a maronna” accompagnati dagli allegri motivi del trio musicale “Ragno Band & Company”. Alle 20.00 circa in piazza Trivio, al termine della messa, viene distribuito il pane anche ai visitatori fino ad esaurimento.
Ore 19.30, chiesa di S. Andrea Apostolo

FEDE: Poesie di Karol Wojtyla
Reading / Concerto di Agostino Santoro ed Emilio Di Donato
Il “Trittico Romano. Meditazioni” è una raccolta di dodici liriche che Karol Wojtyla, tornato poeta dopo una lunga pausa, ha redatto durante un suo soggiorno nella residenza estiva di Castelgandolfo. Nell’opera si esprime il Wojtyla poeta, teologo e filosofo. L’unione armonica di queste sensibilità nasce dal suo profondo amore per la conoscenza e da quello che è uno dei temi fondamentali di questa opera: lo stato di meraviglia. Poesie recitate da Agostino Santoro, con musiche originali di Emilio Di Donato. Durata: 30 min.

Ore 20.00
Inaugurazione della Mostra: Ex Voto
Al realismo delle figure e delle situazioni che l’artista Vincenzo Faraldo rappresenta nei suoi quadri, si oppongo il sogno, la metafora e un simbolismo nascosto nei personaggi rappresentati. La mostra rimarrà aperta da Sabato 7 a Lunedì 9 Settembre, dalle 20.00 alle 23.00

ore 20.00
Inaugurazione della Mostra: Pulcinella il Mito la Storia
Le sculture di Patrizia Taccogna mostrano un Pulcinella familiare ed affettuoso, ironico ed irriverente, ricco di quella umanità che lo hanno reso una icona della napoletanità. La mostra rimmarrà aperta da Sabato 7 a Lunedì 9 Settembre, dalle 20.00 alle 23.00

Sabato 7 settembre

Ore 20.30, Piazza Trivio
Danza e Musica: Marilù Poledro & Contrabballo
Lezione di Tammurriata / Concerto

Marilù Poledro è un’artista poliedrica che fa del canto, del suono e della danza sul tamburo il suo messaggio d’amore per la nostra terra. L’evento si aprirà con un laboratorio pratico sullo stile di Tammurriata più diffuso nell’ultimo decennio, quello all’agro nocerino-sarnese; dopodiché l’artista, accompagnata dal progetto satellite in trio dei suoi Contrabballo, proseguirà l’evento con un concerto che rappresenta un viaggio attraverso le musiche popolari ed i suoni del nostro magico sud Italia… tammurriate, pizziche e tarantelle, durante il quale il pubblico verrà messo “alla prova” di quanto appreso nella precedente lezione. Vi aspettiamo armati di tammorre, castagnette e tanto entusiasmo!
Marilù Poledro voce-tamburi a cornice e danza; Carmine D’aniello voce e chitarre; Massimo Capocotta fisarmonica.

Ore 22.00, piazza Trivio
Musica: Tributo a Fabrizio De Andrè
Le più belle canzoni di “Faber” riproposte dagli ‘A Cumba

Gli “A’ Cumba” nascono dal desiderio di onorare la memoria e l’opera del grande cantautore e poeta italiano Fabrizio De André. Nelle sue opere ha cantato prevalentemente storie di emarginati, ribelli, prostitute e persone spesso ai margini della società, dandoci la possibilità di riflettere e di vivere la vita con maggiore sensibilità. Gli ‘A Cumba sono: Gianpiero Correra (voce), Alessandro Del Monaco (violino), Alessio Saladino (chitarre), Donato Proto (chitarre), Daniele Franzese (piano), Antonio Di Costanzo (basso), Giacinto Maiello (batteria).

dalle 21.00 alle 22.30
In strada: Sputafuoco e Giocolieri
Gli “Artisti Distratti” Raffaele Enzo e Titto sono artisti di strada che, durante il Festival, stupiscono e divertono grandi e piccini con numeri di sputafuoco, asta e bolas infuocati, stregonerie, trampoli.
dalle 20.00 alle 24.00

Gastronomia: Sagra del Saucicciello
Come da decennale tradizione, in un apposito stand gastronomico vengono preparati panini con prodotti locali quali il “saucicciello” accompagnati da vino e vari contorni, pronti per essere degustati.

dalle 20.00 alle 23.00
Mostra: Ex Voto

dalle 20.00 alle 23.00
Mostra: Pulcinella il Mito la Storia
Domenica 8 Sett.

Ore 18.30, piazza Trivio e strade di Puccianiello
Fede: Processione di Maria SS La Bruna
Messa solenne e processione per il paese
Messa Solenne in Piazza Trivio, e Processione di Maria SS La Bruna per le strade del borgo con Accollatori, Arciconfraternita, Apostolato della Preghiera, A.C.R., seguita dalla Banda Musicale Città di Casagiove. Sul finire (22.30 circa) Spettacolo Pirotecnico offerto dalla popolazione.

Lunedi 9 settembre

Ore 11.00, chiesa di S. Andrea Apostolo
Fede: Messa solenne cantata
direttore maestro Michele Sacco

Ore 20.30, chiesa di S. Andrea Apostolo
Marcello Colasurdo in “Chi vo’ bene ‘a Maronna”

Le invocazioni alla Madonna in Campania
Marcello Colasurdo, una delle voci più belle e rappresentative del Sud Italia, ci guiderà tra le suggestive melodie con cui la Madonna viene invocata e celebrata nei riti religiosi della tradizione campana. Considerato un vero e proprio Maestro conteso in tutti i più importanti eventi popolari in Italia e all’estero, Colasurdo è stato a lungo voce storica del gruppo “E’ Zezi” e degli Spakkanapoli con cui ha inciso un cd per l’etichetta “Real World” di Peter Gabriel.
La Chiesa di Sant’Andrea Apostolo, che nei giorni del Festival espone la statua della Madonna Bruna venerata dal popolo di Puccianiello, è il luogo ideale per questo breve intervento che coniuga musica, fede, cultura e tradizione.

Ore 21.00, chiesa di S. Andrea Apostolo

Gli Arianova in “Canti popolari di Fede e Devozione”
Concerto di canti religiosi di tradizione orale
I canti religiosi di tradizione orale si collocano in un’area di confine tra la musica sacra e la musica popolare. E’ uno spazio che non ha perso ancora la sua funzione originaria e, a fronte della ricchezza delle forme e dei repertori, è rimasto inesplorato fino a pochi anni fa. Il gruppo Arianova, di grande spessore sia esecutivo che di ricerca sul campo, si presenta con i brani più significativi di questa tradizione. Il concerto è tenuto dai quattro membri storici degli Arianova: Giacomo D’Angiò: voce e ciaramella; Giuseppe Rotolo: voce e percussioni; Giovanni Giordano: voce e percussioni; Lucio Palumbo: voce e zampogna.

Ore 22.00, piazza Trivio
I Corepolis in “Musiche del Sud”

Concerto di musica etnica
Il gruppo di musica popolare Corepolis è da oltre quindici anni uno dei gruppi più rappresentativi della musica etnica della Campania, ed alterna nuove composizioni con brani della tradizione casertana. La formazione in occasione del Festival degli Antichi Casali è: Doralisa Barletta: voce; Biagio Rossetti: chitarre e voce; Emilio Di Donato: mandoloncello e mandolino; Francesco Faraldo: percussioni; Pina Valentino: percussioni; Vincenzo Faraldo: contrabbasso; Marta Di Donato: glockenspiel; Daniele De Filippo: flauto.

Ore 23.00, piazza Trivio
Marcello Colasurdo, Luca Rossi, Arianova, Corepolis

Concerto di fine festival
Gran finale del festival. Condividono il palco Luca Rossi, profondo conoscitore delle tradizioni musicali campane e collaboratore con Teresa De Sio, Enzo Avitabile, OPC, e molti nomi della musica etnica nazionale ed internazionale. Marcello Colasurdo, una delle voci più belle e rappresentative del Sud Italia, un vero e proprio Maestro conteso in tutti i più importanti eventi popolari in Italia. Gli Arianova, uno dei più longevi e preparati gruppi di musica popolare campana, con oltre trent’anni di attività e concerti all’attivo. I Corepolis, da oltre quindici anni uno dei gruppi più rappresentativi della musica etnica del Sud Italia. Il tratto comune di tutti gli artisti sul palco di stasera è il condividere l’esperienza musicale e di vita con l’Orchestra Popolare Campana, uno dei più ambiziosi progetti di unione di forze, competenze ed entusiasmo tra numerosi gruppi di musica etno-folk e non del territorio casertano.

dalle 21.00 alle 24.00
In strada: Sputafuoco e Giocolieri

dalle 20.00 alle 24.00
Gastronomia: Sagra del Saucicciello

dalle 20.00 alle 23.00
Mostra: Ex Voto

dalle 20.00 alle 23.00
Mostra: Pulcinella il Mito la Storia

Sito web: www.festivalantichicasali.it

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico