Campania

Pagani, sparatoria in centro: arrestato il neomelodico “Zuccherino”

 SALERNO. Detenzione e porto illegale di armi e resistenza a pubblico ufficiale. Con questa accusa è stato arrestato il cantante neomelodico “Zuccherino”, al secolo Alfonso Manzella, 27 anni.

Secondo l’accusa, “Zuccherino” avrebbe partecipato a una sparatoria svoltasi domenica notte in piazza Sant’Alfonso, a Pagani, in provincia di Salerno, cittadina di cui il neomelodico è originario.

Insieme a lui sono stati arrestati altri due giovani di 19 e 29 anni, per resistenza a pubblico ufficiale, detenzione e porto illegale di arma, esplosione di colpi d’arma da fuoco in pieno centro.Al momento, però, nessuna arma è stata trovata dopo la sparatoria verificatasi intorno alle 2.30, testimoniata dalle segnalazioni di alcuni cittadini e dal ritrovamento di un bossolo calibro 7.65.

Per “Zuccherino” si tratta di un ritorno in carcere. Nel 2008 fu arrestato per possesso di arma e tentata rapina e condannato alla presentazione alla polizia giudiziaria per un anno e 8 mesi. Fu anche coinvolto, ma assolto, in una vicenda di estorsione ad un pub di Pagani.

In una sua canzone, “Comme se fa”, il cantante racconta di un camorrista che uccide l’amante della moglie, un altro boss, dopo aver fatto confessare la sua donna.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico