Napoli Prov.

Ischia, “Il contastorie” con Toni Servillo, Sastri e Albertazzi

 ISCHIA. A Ischia, dal 12 al 22 settembre, “Il Contastorie”. Una manifestazione senza precedenti, tra incontri con scrittrici, scrittori, filosofe e filosofi, studiosi del passato e del presente, tra performance teatrali e musicali.

Parteciperanno protagonisti d’eccezione, quali Toni Servillo (venerdì 13), Giorgio Albertazzi (giovedì 12 e sabato 14), Lina Sastri (venerdì 20) e molti altri big della cultura e dello spettacolo.

Il programma “mette in scena” il rapporto tra autore e attore, tra reperto antico e il suo senso, tra memoria e testimonianza, affermando così la possibilità di rendere “racconto” non solo l’esperienza che sta alle spalle di ogni vicenda artistica, in ogni sua espressione e linguaggio, ma il filo tenace e invisibile che lega l’una all’altra ogni forma di creatività e di conoscenza umana: ciascuna parla di sé e dell’altro.

Di qui è nata la scelta del titolo, “Il Contastorie”, con l’allusione alla ricchezza tematica e timbrica, alla libertà delle proposte, accomunate dalla loro qualità, riunite dalla sequenza temporale degli appuntamenti.

L’idea da cui la manifestazione è nata, nel 2011, era ed è quella della mescolanza suggerita dalla mescolanza di vino e acqua che avveniva nella coppa durante il simposio dell’antica cultura greca. Un’idea che trova nella Coppa di Nestore, uno dei tesori artistici e storici dell’isola, conservato a Villa Arbusto, il suo riferimento simbolico, il nesso che lega l’antica Aenaria all’Ischia di oggi, passato e presente, calore di sole, ebbrezza di frutti, limpidezza di fonti. La coppa è diventata così il segno di una “linea” di incontri della manifestazione, linea costante e distintiva, che insegue temi, immagini, scoperte che si riconducono all’isola, punto d’approdo mediterraneo.

Per fruire del programma devono interagire sia l’attrattiva della tradizione culturale locale in senso lato sia una stagionalità che consente di sperimentare i modi dello “star bene” che l’isola soprattutto consente, nella fluidità dell’acqua che la circonda o che sgorga dalle sue viscere. Quindi, un programma in parte “mattiniero”, ma soprattutto serale che lascia a ciascuno il suo tempo e il suo modo di trascorrere la giornata, per raccogliersi dal tramonto — a Forio, Ischia Ponte, Lacco Ameno, Sant’Angelo, su altre voci e suoni e percorsi.

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO: ilcontastorie/calendario2013.pdf

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico