Campania

Fusti tossici, i parlamentari di Sel a Casal di Principe

 CASERTA. Il presidente dei deputati di Sel, Gennaro Migliore, insieme ai parlamentari campani di Sinistra Ecologia Libertà Arturo Scotto, Peppe De Cristofaro, Michele Ragosta e Giancarlo Giordano, venerdìmattina sono giunti a Casal di Principe, …

… in particolare nei luoghi dove sono attualmente in corso gli scavi finalizzati al rinvenimento dei rifiuti tossici illegalmente sversati dalla criminalità organizzata.

Per Migliore “le istituzioni devono essere in prima fila per porre termine al tormento delle ecomafie che, in particolare in Campania, continuano ad avvelenare le vite e a lacerare la democrazia di una comunità. È necessario – prosegue il capogruppo alla Camera dei vendoliani – procedere con celerità ad una mappatura completa dei siti, anche attraverso la desecretazione dei verbali dell’audizione del pentito Schiavone, e alla loro immediata bonifica”.

Intanto, la commissione straordinaria che governa il Comune di Casal di Principe, dopo lo scioglimento del Consiglio per infiltrazioni della camorra, ha imposto il divieto di utilizzazione dell’acqua proveniente dai pozzi privati, in realtà già in vigore dal 2011 in base ad analisi dell’Arpac.

Una decisione scaturita dal rinvenimento di fusti tossici in un terreno di via Sondrio, di proprietà dell’immobiliare Bellavista, ora sotto sequestro, e dei fanghi che stanno fuoriuscendo in un altro terreno appartenente in passato alla Curia di Aversa. Scavi avviati dopo le rivelazioni dei pentiti Carmine Schiavone, cugino del capoclan Francesco “Sandokan” Schiavone, e Luigi D’Ambrosio, ex autista di Carmine Schiavone, figlio di “Sandokan”.

D’intesa con la Regione Campania, gli uffici tecnici procederanno contemporaneamente a pianificare, attraverso un apposito progetto, tutte le operazioni necessarie per far in modo che a tutti i cittadini sprovvisti di utenze idriche sia garantito l’allaccio all’acquedotto.

Contestualmente, sin dal prossimo lunedì, saranno avviate da parte dell’Arpac le operazioni di analisi delle acque attraverso prelievi dai pozzi presenti sul territorio. Si è costituita, inoltre, una task force operativa tra Comune e Regione Campania, composta da tutte le professionalità necessarie, che provvederà ad effettuare tutti gli interventi indispensabili su cui sarà costantemente informato il ministero dell’Ambiente.

Per sabato 28 settembre, il comitato “Terra dei Fuochi” ha organizzato un corteo di protesta a Casal di Principe, con partenza alle ore 17 dal piazzale del campo sportivo.

VIDEO

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico