Aversa

Tribunale, Sagliocco: “Ottenere l’Opg e’ un nostro obiettivo”

 AVERSA. Il Governo ha premiato ancora una volta Aversa. Nella città normanna troveranno la propria sede ben sei precedenti uffici del Giudice di Pace: Aversa, Trentola Ducenta, Giugliano, Frattamaggiore, Marano e Afragola.

“Dando per scontato che i giudici divideranno le aule di udienze e tenuto conto delle cancellerie, – ha dichiarato l’avvocato Carlo Maria Palmiero del Comitato Forense per l’attivazione del Tribunale di Napoli Nord – saranno necessarie circa una quarantina di stanze”. Come fare, tenuto conto che altri locali occorrono anche per completare le necessità del neo nato tribunale? “Aprire alla città l’ampio spazio inglobato nelle mura perimetrali dell’ospedale psichiatrico ‘Filippo Saporito’ per unire le due Aversa, quella medievale e quella successiva. Restituire agli aversani spazi vitali per lo sviluppo e la vivibilità”, è la ricetta di Lello Ferrara, ex sindaco che ne aveva fatto un vero e proprio cavallo di battaglia negli anno novanta.

Un obiettivo mai raggiunto perché quel blocco granitico, chiuso in se stesso, rappresentato dall’Opg era inamovibile. Ora che, anche grazie all’operato del senatore Pasquale Giuliano, il blocco si è sgretolato e Aversa ha un suo tribunale proprio in una delle parti più belle di quel vecchio e tetro insieme che è stato il “Saporito”, la questione diventa cruciale, soprattutto alla luce di queste nuove necessità.

“Il ‘Saporito’, come tutti gli Opg, – ha affermato l’ex primo cittadino – dovrebbe chiudere a marzo prossimo (essendo, tra l’altro, già in proroga). Allora io chiedo perché, forti del fatto che non vi è esborso di danaro perché l’intera struttura è già di proprietà del ministero di giustizia, non si dia vita ad incontri con il ministro per accelerare la chiusura dell’Opg, anticipandola di qualche mese e mettere il tutto al servizio del tribunale.Con fondi limitati si riuscirebbe ad allocare tutti, dico tutti, gli uffici giudiziari nell’area del ‘Saporito’ e, soprattutto, si creerebbero centinaia e centinaia di posti auto, sottraendo anche agli strenui detrattori di questa scelta ogni motivo di critica. Inoltre, quella stessa area scoperta e adibita a parcheggio e a verde, quando il tribunale è chiuso, soprattutto nei week-end, sarebbe al servizio di tutta la città, evitando ingorghi, permettendo di dare vita a piani di mobilità sostenibili anche in zone difficili come il centro storico cittadino”.

“Ottenere l’Opg – ha affermato il sindaco Giuseppe Sagliocco – è il nostro obiettivo. Si deve dare luogo ad una cittadella giudiziaria completa anche di un piccolo carcere per evitare una serie di problemi logistici che già stanno comparendo. Oggi un giudice di Aversa per convalidare un fermo deve spostarsi a Santa Maria dove c’è il carcere. Spero che, insieme al senatore Giuliano che ha già ottenuto tanto, riusciremo ad avere l’intero complesso al servizio del tribunale. Per quanto riguarda il giudice di pace ci stiamo già muovendo. In attesa della quantificazione degli spazi necessari, abbiamo già effettuato alcuni sopralluoghi proprio dal lato del ‘Saporito’ anche perchè i tempi stringono”.

“Ne parlo – ha dichiarato da parte sua Antimo Castaldo, candidato a sindaco alle ultime amministrative per Democrazia & Territorio – da più di due anni. Spero che ciò si possa verificare anche alla luce del decreto del fare,legge dall’ agosto 2013, che trasferisce, a domanda entro il 30 novembre 2013,ai Comuni a titolo non oneroso beni statali dismessi o non più utilizzabili. ‘ il caso della Chiesa di Santa Maria degli Angeli adiacente l’ingresso del Tribunale di Napoli Nord e di tutti gli immobili dismessi, lato via Virgilio, dell’Opg”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico