Aversa

Pulizia in Via del Popolo, Della Valle invoca chiarimenti

 AVERSA. Il consigliere del Pdl Gino Della Valle annuncia la presentazione di un’interrogazione consiliare riguardante gli interventi di manutenzione del verde effettuati dall’amministrazione in via del Popolo, ritenendoli illegittimi perché avvenuti in zone private.

Della Valle spiega: “Le aree verdi che si trovano sul lato nord di via del Popolo sono parteintegrante di un condominio che fu costruito alla fine degli anni ‘70 grazie alle leggi che finanziavano la realizzazione delle case popolari. La metà circa delle famiglie residenti in questo condominio, avendoriscattato gli appartamenti loro assegnati, sono divenute proprietarie pro-indiviso di quote condominiali di detti suoli.

L’altra metà delle famiglie é in fitto, per cui i relativi appartamenti e aree condominiali a verde sono ancora di proprietà dell’Istituto autonomo case popolari (Iacp) di Caserta.Il confine tra la proprietà comunale e la proprietà privata, cioè tra la strada e questo condominio, è tracciato da una recinzione metallica che presenta numerose falle.I residenti in questo parco (proprietari e affittuari), non perfettamente recintato, pagano anche all’Istituto di Caserta una piccola quota mensile per la cura del verde condominiale o sull’affitto o sul condominio.

Ebbene, in ragione di quanto sopra, l’operazione di una settimana fa, e le altre ancora prima, poste in essere dall’amministrazione comunale, in via del Popolo, non sono si possono inquadrare nell’attività di istituto “cura del verde pubblico” ma sono vere e proprie pulizia di un condominio privato.

Credo ed auspico che il Comune abbia agito nel rispetto della Legge e per questo lunedì chiederò spiegazioni all’ufficio preposto. In particolare chiederò: Il comune era autorizzato ad accedere in tali spazi privati? C’è una comunicazione del Comune dei lavori e della pulizia fatta alle Iacp? Si è attivato una procedura in danno, nei termini di Legge? Il dirigente sa che ci sono delle ordinanze del Comune di Aversa nei confronti di tutti i proprietari di quel parco per fargli realizzare la recinzione con muro e ringhiera e per fargli pulire l’area?Il personale dell’Ufficio verde Pubblico in divisa (almeno sei persone), con attrezzi, camioncino e trattore del Comune, hanno lavorato all’interno di un cortile condominiale, questo è un fatto. Tra l’altro la cosa si è ripetuta almeno due volte nel mese di giugno.

Certamente la pulizia di questi luoghi era ed è cosa necessaria per il decoro e la vivibilità del rione ma non è giusto (oltre ad essere illegittimo) che Comune debba, con proprie risorse, provvedere alla pulizia di aree private in sostituzione delle Iacp che chiedono ed incassano più di due euro al mese sui fitti e il condominio.Il Comune deve dedicarsi di più ai tanti parchi e alle ville cittadine che non sono in uno stato ottimale e hanno bisogno di continue cure e manutenzione.

A scanso di equivoci, dico che sono con il sindaco quando cerca di portare vivibilità in quelle zone a me molto care, non solo per l’affetto che mi dimostrano in ogni competizione elettorale, ma la legge va sempre rispettata, anche quando rallenta l’azione politico/elettorale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico