Trentola Ducenta

Roghi, Griffo: “Non ci si limiti a commentare ‘il dopo’”

Michele GriffoTRENTOLA DUCENTA. “E’ doveroso, da parte nostra, un chiarimento all’intervento, riportato dalla stampa locale, di Antonella Bocchetti, del comitato ‘Fateci respirare per vivere’ che ha parlato dei roghi verificatisi di recente, …

… al fine di chiarire alcuni punti e di ristabilire la verità, pur nella consapevolezza che il verificarsi di roghi apre sempre un dibattito sulla spinosa problematica nel quale ognuno esprime la propria opinione”.

Così il sindaco di Trentola Ducenta, Michele Griffo, che continua: “Nel rispetto dell’opera svolta da gruppi di volontari, non può essere, però, sottaciuto che, almeno per quanto riguarda la città di Trentola Ducenta, mentre in prima linea ci sono sempre il sindaco, l’amministrazione comunale, la polizia municipale e soprattutto le forze dell’ordine, in special modo i carabinieri non solo della locale stazione ma anche quelli di Aversa agli ordini del colonnello Vitagliano, mai abbiamo ricevuto una segnalazione da gruppi di volontari che solitamente arrivano sempre dopo il verificarsi degli eventi incendiari, per cui ci riesce difficile comprendere il senso ‘dell’adoperarsi fino all’impossibile per salvare il salvabile’ decantato dai rappresentanti del comitato ‘Fateci respirare per vivere’”.

“Entrando nel merito degli ultimi accadimenti registrati sul territorio comunale, – continua Griffo – mi preme invitare i responsabili del comitato “Fateci respirare per vivere” a documentarsi prima di parlare. Per quanto riguarda, infatti, l’incendio di via De Nicola, lo stesso si è sviluppato su un terreno privato sul quale non pende alcun provvedimento di sequestro, pertanto risulta quantomeno fantasioso ipotizzare una strategia criminale o un disegno efferato di smaltimento abusivo di rifiuti speciali, in quanto spesso si tratta di autocombustione di sterpaglie presenti in terreni privati, come nel caso, verificatosi il giorno 8 agosto, di un piccolo incendio in un altro terreno privato di via De Nicola, prontamente spento da Protezione Civile e Vigili del fuoco, giunti sul posto insieme al sindaco, che speriamo non venga trasformato nell’ennesimo caso”.

In merito all’incendio verificatosi nei pressi del cimitero di Ducenta, intorno alle 16.30 di sabato 3 agosto, Griffo sottolinea che “nonostante fosse sabato e ci fosse una temperatura superiore ai 40 gradi, il sottoscritto è stato tra i primi ad arrivare in loco, nell’immediatezza del verificarsi dell’incendio, come possono testimoniare la polizia municipale, presente fin da subito a dimostrazione dell’efficienza della stessa ed a netta smentita delle spesso severe quanto ingiustificate critiche, e la Guardia di finanza, che trovandosi a transitare nella zona è prontamente intervenuta per domare le fiamme unitamente all’Esercito ed ai Vigili del fuoco, a dimostrazione che tutte le forze dell’ordine sono impegnate nell’opera di contrasto del fenomeno”.

“L’Amministrazione comunale – precisa Griffo – è, a sua volta, impegnata per il funzionamento del ‘Patto per la Terra dei fuochi’ e per la tutela ambientale del nostro territorio tant’è che sono state avviate le procedure per la caratterizzazione dei rifiuti presenti nella zona del cimitero di Ducenta, opera propedeutica allo smaltimento degli stessi, nonostante si tratti di una situazione per gran parte ereditata e nonostante alcune parti di terreno interessati dalla presenza di rifiuti risultino di proprietà della Provincia di Caserta ed altre appartengano all’Asl e così, a causa del loro immobilismo il Comune si ritrova sulle spalle anche un fardello economico. Ad ulteriore dimostrazione dell’’interesse dell’amministrazione comunale per il sito in questione è stato installato un sistema di videosorveglianza grazie al quale siamo sulla strada dell’identificazione della persona che ha appiccato il fuoco”.

Griffo sottolinea: “E’ bene ribadire che siamo aperti ad ogni forma di collaborazione ma ci piacerebbe che i volontari arrivassero qualche volta per primi, come spesso accade a noi, e che non si limitassero a commentare il ‘dopo’. Comunque, ci piace sottolineare che in materia di rispetto dell’ambiente la città di Trentola Ducenta, grazie all’attenzione dell’amministrazione comunale, da alcuni anni sta portando avanti una azione di salvaguardia del territorio e di tutela della salute. Non è un caso, infatti, che la nostra città possa essere annoverata tra le più virtuose della Regione Campania per quanto riguarda la raccolta differenziata, con punte di raccolta che superano la percentuale del 75%. Comunque, le cattive abitudini di qualche cittadino, ovvero i tentativi di sversamento abusivo da parte di persone provenienti dai paesi limitrofi, non possono essere certo addebitati all’amministrazione comunale che, per questi casi, oltre ad aver posto in essere attività di prevenzione e di controllo, ha messo in campo anche una forte azione repressiva, senza lasciare nulla di intentato a salvaguardia della salute di nostri concittadini e non solo. Ed è proprio in tale ottica che sono state attivate tutte le procedure per l’affidamento della rimozione dei rifiuti nella zona cimiteriale e, salvo il frapporsi di ostacoli di natura burocratica, contiamo di ripulire l’area entro la fine di agosto”.

“Tanto era dovuto – conclude il primo cittadino – non certamente per spirito polemico ma per ristabilire la verità e per aprire un dibattito con tutte le associazioni ed i singoli che hanno a cuore il nostro territorio e che, come noi, intendono difenderlo da scempi e da attacchi criminali”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico