San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Motocross, De Filippo secondo alla Hungarian Baja

 SAN MARCO EV. Continua la serie positiva per Gaetano De Filippo che per la terza volta sale sul podio – su tre gare disputate – e questa volta è il secondo gradino.

Con questa prestazione il pilota di San Marco Evangelista riesce a ricoprire tutte le posizioni del podio visto che in Romania aveva vinto, in Spagna aveva chiuso terzo e in Ungheria ha conquistato il secondo posto della Over 450, sempre in sella alla TM 530 R. Una gara difficile, ma soprattutto diversa da tutte le altre.

La gara si è aperta con il prologo venerdì sera, una super speciale di 7 chilometri in mezzo alla polvere con erba alta a coprire le insidie del terreno e De Filippo cercando di non rischiare troppo ha guadagnato un’ottima decima posizione. La mattina dopo è partito dal 15. posto (le griglie di partenza mescolano i piloti delle varie categorie) e ha dovuto combattere contro una serie infinita di sorpassi – ben cinque, tre quad e due moto – e quindi con tanta polvere oltre ad un terreno più adatto ad una manche di cross che non ad una baja.

Al termine della prima speciale di 122 km, di sabato, il pilota Fuorigiri era sesto assoluto, ma quando arrivava all’assistenza fra una speciale e l’altra diceva: “Questa speciale non mi piace, è troppo pericolosa. Si prendono un sacco di rischi e superare gli avversari è pazzesco”.

Ripartiva un po’ demotivato per la seconda speciale – la stessa della mattina da 122 km – ma proprio mentre entrava in prova avveniva un mutamento. De Filippo trovava il ritmo giusto e attaccava, nonostante lo scoppio dell’ammortizzatore posteriore che lo costringeva a guidare in piedi per un lungo tratto del settore selettivo. Chiudeva la speciale con il terzo tempo e risaliva in classifica al quarto posto assoluto. L’assistenza al paddock sistemava la moto in un’ora, in tempo per rimetterla nel parco chiuso senza incappare in penalità.

La mattina dopo Gaetano De Filippo partiva per le ultime due speciali della Baja (una ps da 78 km accorciata a 61 per il rischio di incendi da ripetere due volte) ma fin da subito non si trovava a suo agio con la moto. La taratura dell’ammortizzatore non andava bene e così la moto saltellava troppo e dopo aver rischiato due scivolate sull’erba secca il pilota campano decideva di rallentare e non buttare via la gara.

Per questo scendeva di un paio di posizioni in classifica ma fra le due speciali l’assistenza TM regolava la taratura e nella seconda ps, l’ultima della gara ungherese, le cose andavano molto meglio consentendo a Gaetano di chiudere in sesta posizione assoluta, e con il secondo posto di Over 450. Oltre 40 le moto in gara in questa quarta prova della Coppa del Mondo Bajas FIM organizzata a Papa, nel nord ovest dell’Ungheria, in un week end ferragostano torrido.

Gaetano De Filippo in questo momento occupa la terza posizione nella classifica mondiale – avendo disputato solo tre prove su 4 – ma ha tutte le possibilità di migliorarsi. Alla fine della Coppa del Mondo mancano ancora la Baja in Marocco ad ottobre e la Baja di Portoalegre in Portogallo di inizio novembre.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico