San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

De Lucia annuncia soggiorno climatico e bacchetta l’opposizione

 SAN FELICE A C. “Anche quest’anno non poteva mancare, la realizzazione oltre che delle cure termali delle Terme di Telese, che è stato curato dall’assessore Ippolito, non poteva mancare il soggiorno climatico a favore degli anziani di San Felice a Cancello”.

Lo annuncia il sindaco di San Felice a Cancello, Pasquale De Lucia. “Questa del soggiorno climatico a Rimini per i 150 anziani è un’operazione finanziata con i soldi derivanti dalla rinuncia delle indennità mia personale a sindaco, degli assessori, dello staff tutto e del presidente del Consiglio”, sottolinea il primo cittadino, replicando al consigliere di minoranza Antonio De Lucia. I funzionari e i dirigenti, insieme all’amministrazione, stanno lavorando affinchè martedì si proceda all’ufficializzazione del soggiorno climatico per anziani, nella settimana dal 16 al 21 settembre. Sarà riservato a 150 persone, più gli accompagnatori, una persona ogni 25 ospiti.

“Abbiamo ampliato la possibilità di partecipare agli ultra sessantacinquenni con la condizione che il proprio coniuge possa anche avere meno di sessanta cinque anni; questo ci consentirà di aumentare la platea dei partecipanti e di portarli a 150 rispetto ai 100 degli anni precedenti”, spiega De Lucia il primo cittadino. Il sindaco ricorda come “ad istituire il soggiorno climatico a favore degli anziani, della comunità di San Felice a Cancello, con orgoglio sono stato io, nella qualità di Sindaco, all’indomani della mia elezione al primo mandato, e mi riferisco al 2002, non mi risulta che precedentemente sia mai stata presa iniziativa di soggiorno climatico o di gite quotidiane o come è successo quest’anno di ciclo di cure termali a costo zero. Ricordo al consigliere di minoranza Antonio De Lucia che delle iniziative che io, nella qualità di sindaco, unitamente alla mia amministrazione, non ho il dovere di doverlo informare, ne ho il dovere di dar conto sui tempi di attuazione delle singole programmazioni, e probabilmente capisco che il ruolo di opposizione al De Lucia poco gli si addice, avendo svolto ruoli importanti nelle mie amministrazioni comunali, come tutti sanno da presidente del consiglio, a vicesindaco da me voluto, a sindaco facente funzioni su delega mia personale all’indomani della mia elezione al consiglio regionale”.

“Noi siamo attenti alle esigenze del territorio – dice De Lucia – e questa ne è la riprova, anche se devo mettere in evidenza, che nei giorni scorsi ho avuto la possibilità di visionare per caso i mandati di pagamento del mese di Luglio operati dall’ufficio di ragioneria dell’Ente, ebbene con grande gioia perché immessi soldi sul territorio da un lato ma con rammarico dall’altro, si poteva sicuramente fare di meglio, sono stati pagati tutti i servizi svolti dalla vecchia amministrazione, che non ha fatto altro che dire che non c’erano soldi, hanno ordinato ma non hanno mai pagato, dalla video sorveglianza al noleggio degli automezzi; e qui mi permetto di fare qualche riflessione, mi sono visto tra i tanti mandati, due per un complessivo di 50mila euro, uno di 25mila euro per noleggio di automezzi per il trasporto dei rifiuti, un altro di 25mila euro per riparazioni meccaniche eseguite dalla stessa ditta De Rosa agli stessi mezzi che noleggiava”.

“Io di questo non entro nel merito – continua il sindaco – ma sicuramente trasmetterò, così come i miei predecessori hanno fatto, tutti gli atti alla Procura della Repubblica, perché dovrò capire se l’hanno ordinato, perché non l’hanno pagato, visto che hanno sempre detto che io avevo lasciato i debiti, perché li hanno ordinati e perché non li hanno pagati e li ha dovuti pagare l’amministrazione De Lucia, la cosa grave e che mi lascia rammaricato, è che si noleggia un automezzo a una cifra importante al giorno, e la stessa ditta proprietaria dei mezzi, procede alla riparazione constante e giornaliera degli stessi”.

“A differenza della passata amministrazione – sottolinea la fascia tricolore – che non faceva altro che dire che non c’erano i soldi, noi stiamo liquidando tutti”. “Per non parlare dei 50mila euro al noto distributore di carburanti di Cancello Scalo, per non parlare dei mandati della politica, agli assessori, al sindaco facente funzione, al nucleo di valutazione, cioè come si fa per due anni l’amministrazione guidata da Nuzzo, a dire che non aveva soldi, e nel mentre continuava a dare incarichi su incarichi, sono arrivato io e mi ritrovo a pagare giustamente, gli arretrati ai ragazzi del consorzio e a pagare regolarmente gli stipendi dei dipendenti comunali, questa è la conferma – conclude De Lucia – che quando si sa amministrare si ordina e si paga, ma soprattutto si paga anche chi probabilmente non avrebbe legittimamente diritto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico