Italia

Vendite, Istat: a giugno -3%. Crollano gli elettrodomestici

 ROMA. La crisi colpisce ancora il commercio. Nel primo semestre le vendite al dettaglio, secondo le rilevazioni dell’Istat, sono calate del 3% rispetto al 2012.

In particolare, nel mese di giugno, si è registrata una diminuzione dello 0,2% sul mese, dopo l’aumento segnato a maggio su base mensile pari a +0,1%, e del 3% su base annua. Nel confronto con maggio l’istituto di statistica segnala a giugno un calo dello 0,2% sia per le vendite di prodotti alimentari che per quelli di prodotti non alimentari.

Rispetto all’anno precedente, invece, la flessione è del 2,9% per l’alimentare e del 3,1% per il non alimentare. In rapporto al primo semestre 2012, infine, le due categorie perdono rispettivamente l’1,8% e il 3,5% nei primi sei mesi dell’anno.

Le vendite al dettaglio sono in calo a giugno nei piccoli negozi (-3,6% su anno), nella grande distribuzione (-2,3%) e anche nei discount (-1,3%). Resistono solo i grandi negozi specializzati in una tipologia unica o prevalente di prodotti non alimentari.

Le flessioni maggiori riguardano inoltre soprattutto gli elettrodomestici (-5,9%) e i prodotti farmaceutici (-4,6%). Resistono meglio, invece, i gruppi di prodotti di utensileria per la casa e ferramenta (-0,6%) e le dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni e telefonia (-1,3%).

“A giugno, si conferma l’ennesimo calo delle vendite al dettaglio” che porta “la contrazione dei consumi nel biennio 2012-2013 a toccare il record del -7,8%”, pari a 56 miliardi. Così commentano i dati Istat Federconsumatori e Adusbef, che chiedono al governo di intervenire subito su Imu e Iva. “L’impatto di tali misure avrebbe conseguenze disastrose per l’intero Paese e rischierebbe di trascinare la caduta dei consumi, a fine anno, secondo le nostre previsioni, attorno al 4%” nel solo 2013.

Sul calo interviene anche la Coldiretti: “Con i dati negativi delle vendite a giugno la crisi tocca il fondo e fa registrare il peggior semestre degli ultimi anni, dopo il calo dell’1,4% del semestre 2012 e dello 0,4% del semestre 2011” registrato dall’Istat.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico