Italia

Imu, arriva il tweet: “Vertice positivo”. Zanonato: “No a nuove tasse”

 ROMA. Alfano vede Saccomanni e Brunetta all’uscita twitta: “Incontro costruttivo”. Si discuteva del taglio dell’Imu, un passaggio decisivo perché si tratta di una delle principali richieste del Pdl in una fase di grande turbolenza in seno alla maggioranza per via del caso Berlusconi.

Il vicepresidente del Consiglio ha quindi voluto testimoniare del felice proseguimento delle trattative con il ministro dell’Economia Saccomanni e il capogruppo Pdl alla Camera, Brunetta. Proprio quest’ultimo ha più volte polemizzato con il titolare dell’Economia sul tema: “Non ho avuto alcun testo da parte di Saccomanni, sono passati tre mesi e mezzo, non credo che sia buon modo di procedere da parte del Governo. Non esiste alcuna proposta del ministro. Come dirsi ottimisti o pessimisti di fronte al nulla?”, aveva ribadito finanche martedì mattina, poco prima del vertice a Palazzo Chigi, intervenendo ai microfoni di “Radio Anch’io”.

Le parole di Brunetta e il vertice di Palazzo Chigi con il “tecnico” Saccomanni, hanno però messo sul chi vive il leader del Pd Guglielmo Epifani, che nel pomeriggio incontrerà Letta: “Non accettiamo ultimatum. È anche interesse nostro riformare l’Imu ma non c’è solo l’Imu”, ha dichiarato.

Non c’è nessuna ipotesi di introdurre nuove tasse per compensare la cancellazione dell’Imu. Lo dice il ministro per lo Sviluppo economico, Flavio Zanonato, parlando con i cronisti al termine di una riunione al Pd con il segretario Epifani. Ai giornalisti che chiedevano se si stia ragionando sull’aumento di alcune tasse, per coprire lo stop all’Imu, Zanonato ha risposto: “Non c’è nessuna ipotesi del genere”.

“Su Imu c’è ancora da lavorare fino a mercoledì, ma possiamo farcela”. Traspare via Twitter l’ottimismo del ministro Alfano al termine di un vertice sul provvedimento di riforma della tassa sugli immobili che sarà in discussione mercoledì prossimo e che deve ancora trovare piena copertura finanziaria. “Stiamo continuando a ragionare e a valutare tutte le opzioni percorribili” aveva detto in precedenza il ministro per gli affari regionali Graziano Delrio al termine della riunione dedicata alla questione Imu con il presidente del Consiglio Enrico Letta, il vicepremier Alfano e il ministro dell’Economia Saccomanni.

Il nodo dell’Imu è stato oggetto della riunione ristretta tenuta a Palazzo Chigi tra Letta, Alfano, Saccomanni, Delrio e il ministro dei Rapporti con il Parlamento Franceschini. Il tema, secondo il ministro per gli Affari regionali, non sarà affrontato durante il Consiglio dei ministri che è appena iniziato: “Oggi parleremo d’altro, di Imu continueremo a parlare ma facciamo una cosa alla volta”. Più possibilista il ministro per la Coesione territoriale, Carlo Trigilia: “Può darsi” che si parli anche di Imu, “siamo qui per lavorare, vedremo dopo il Consiglio”.

L’Imu sarà sicuramente il punto chiave dell’ordine del giorno del Consiglio dei ministri di mercoledì. Nel pomeriggio di oggi è invece convocato un Consiglio dei ministri per il pacchetto di misure relativo al comparto della Pubblica amministrazione.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico