Esteri

Usa, mette in vendita online la figlia di due mesi per 100 dollari

 NEW YORK. C’è un
prezzo per un figlio? A Napoli si usa dire “I figl ‘so piezz e core”. Ma non è
stato così nel caso di una piccola bimba di appena due mesi che, quando sarà
grande, dovrà convivere con quell’angosciante passato: essere stata messa in
vendita online come un oggetto qualsiasi.

“Non la voglio più”, aveva scritto
nell’annuncio il padre Paul Marquez,
23enne di New York. Ha messo in vendita
la sua bambina sul sito Craiglist alla modica cifra di 100 dollari.

“Ho una bambina di 2 mesi che ama giocare”,
aveva scritto Marquez in rete. “C’e’ però un problema, i medici dicono che
soffre di asma e che se si gira in alcune posizioni potrebbe non respirare. Mi
sta facendo impazzire e non la voglio più”.

L’annuncio, pubblicato due volte
nel corso dell’ultimo mese, ha attirato l’attenzione di due
persone.

L’accordo non è però andato in porto perchè la polizia ha
arrestato il giovane. Marquez ha avuto la bambina da una donna di 19 anni
conosciuta online. Avrebbe deciso di metterla in vendita per vendetta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico